questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Sulla pratica del totalitarismo

Schede

15/04/2009

La Storia, come ben sanno le migliaia di insegnanti italiani, è la disciplina che più d'ogni altra ha subito "tagli" nell'orario e nei programmi, superando, a fatica, i pericolosi tentativi di revisione e "riscrittura" dei manuali scolastici. Tuttavia, l'attacco decisivo le è stato sferrato proprio da coloro i quali, per tradizione e vocazione, dovrebbero eleggerla a "maestra di vita", cioè i discenti. Non a caso il filosofo tedesco Arthur Schopenhauer sosteneva che "la massa ha scarsissima capacità di giudizio e assai poca memoria."

Tale affermazione può essere senz'altro adottata come corollario della vicenda narrata ne L'Onda, intenso dramma "a tesi" diretto da Dennis Gansel, tratto dal racconto omonimo di William Ron Jones, e dal film-tv The Wave di Johnny Dawkins e Ron Birnbach. Nella fattispecie la tesi si prefigge di dimostrare che la Storia tende a ripetersi, magari in forme differenti, che il rischio del totalitarismo è più forte di quanto si pensi, e che il nazismo può tornare a manifestarsi prepotentemente, come fenomeno di massa, anche nella Germania odierna.

In un liceo tedesco il professor Rainer Wenger (Jürgen Vogel), nell'ambito dei corsi tematici di durata settimanale che di tanto in tanto interrompono la didattica tradizionale, tiene un seminario sull'autocrazia che riscuote numerose adesioni in virtù del carisma del docente - è un tipo giovanile, sportivo e rockettaro - più dell'attrazione per l'argomento. Del resto gli studenti sono perlopiù gli stessi di qualsiasi altra parte del mondo occidentale: scettici o nichilisti, storditi dalla musica e dallo "sballo", coniugano opportunamente moda e trasgressione, ambientalismo e consumismo.

Wenger è consapevole dell'inutilità di un ciclo di lezioni frontali sul tema della dittatura, e così, suggerisce un approccio decisamente più pragmatico: richiede il massimo rispetto nei confronti dell'insegnante, inteso come "capo" e guida ideologica, recupera la disciplina (fisica e mentale), lo spirito di gruppo, la competitività, l'annullamento delle differenze tra gli individui. Dopo qualche titubanza, la classe inizia a far proprie le istanze proposte fondando una sorta di movimento, battezzato L'Onda, con tanto di logo, saluto e divisa d'ordinanza: una camicia bianca e un paio di blue-jeans.

 

Scritto da ADMIN
VOTO
 

SCRIVI UN COMMENTO

  • Image User
    Non risulti attualmente loggato!
    Non è più; possibile lasciare commenti.

FILM IN SALA

PROSSIMAMENTE