questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

No man’s land

Schede

09/03/2009

Nemici nella nebbia

? notte. Una fitta nebbia vela uomini e cose. ? questa la prima immagine del film. La nebbia perde nel nulla una pattuglia di soldati che stava tentando di raggiungere la prima linea. Dal nulla alla morte: il passaggio è disarmante e semplice. Alle prime luci della nitida giornata estiva che "accende" l'intensa natura jugoslava, perfetta nei suoi caldi colori, il gruppetto di bosniaci è avvistato. Essi sono in uniformi irregolari - scarpe da ginnastica e T-shirt con su stampata la grande bocca simbolo dei Rolling Stones -: non è una guerra "regolare" quella che si combatte nei territori ex jugoslavi, in quei momenti. Gli spari. Lo smembramento della pattuglia. Il massacro quasi totale. Uno solo, pare riesca a salvarsi, saltando in una trincea abbandonata, forse serba, dato che si vede una foto di Milosevic, costruita tra le due linee, nella "terra di nessuno". Si tratta di Ciki. Nel corso del film impareremo a conoscerlo: è un uomo semplice, che ha sempre vissuto e lavorato in un piccolo villaggio. La sua è stata una vita tranquilla fino allo scoppio della guerra, a causa della quale perde tutto, in pochi giorni. Allora egli si unisce all'esercito perché non vuole fuggire e perché qualcuno deve pagare. Ciki riesce a nascondersi dentro una casamatta, così che non visto, ascolta il dialogo di una coppia di controllo serba, giunta sul luogo per fare un bilancio dell'azione militare e verificare l'effettiva morte di tutti i nemici. Nel frugare fra le macerie, uno dei due trova una mina "saltellante" del tipo, cioè, di quelle che, poste sotto un carico saltano in aria appena il peso sovrastante viene spostato, sia esso un piede, una mano, un oggetto, ed agiscono in modo devastante per un raggio di molte decine di metri. Perché, allora, non disporla sotto il corpo di uno dei nemici che giacciono morti in terra, di modo che appena un compagno vorrà spostarlo, magari per dargli sepoltura, salterà in aria con lui? Detto fatto. ? proprio a questo punto che, Ciki, dopo aver ascoltato tutto esce allo scoperto ed uccide uno dei due serbi. Quello che rimane vivo è Nino, il più giovane. Da civile era uno studente e viveva con i genitori nel nord della Bosnia, da dove l'esercito serbo occupante lo aveva chiamato alle armi. I due nemici sono gli unici sopravvissuti. Si fronteggiano. Cercano di uccidersi a vicenda, si lanciano accuse reciproche su chi abbia dato avvio alla guerra, nella consapevolezza che, comunque, il loro passato è stato cancellato, la loro vita è cambiata per sempre e il loro presente è quanto mai incerto.

Scritto da ADMIN
VOTO
 

SCRIVI UN COMMENTO

  • Image User
    Non risulti attualmente loggato!
    Non è più; possibile lasciare commenti.

FILM IN SALA

PROSSIMAMENTE