questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La vita facile e altri rimedi

Schede

07/03/2011

Un titolo decisamente ironico perché la storia dei tre protagonisti insegna che la vita non è facile per nessuno e “la vita facile” in fondo è la più difficile da vivere.

Eppure chi non sogna di avere una vita facile? Si certo, un pò di impegno ci vuole, ma poi basta muoversi con destrezza, saltando gli intoppi e andando diritti alla meta. Già, ma qual'è la meta? La felicità? Ma come ci si arriva? Ricchezza, successo, amore. Che altro? E se tutto questo non bastasse? Se dopo anni e anni di perseverante ricerca qualcuno o qualcosa ci facesse capire che la felicità sta da tutt'altra parte? Non sarebbe stato meglio averlo capito prima? E magari essere riusciti a trovarla. Anche in capo al mondo, se serve. E' questa la storia di La vita facile, con alcune ulteriori complicazioni. Una riguarda una visione più o meno etica della società, l'altra, legata a questa, che investe la missione del medico. Dove le due storie di Luca e Mario rappresentano in modo estremo le due anime della medicina. E infine quella 'sentimentale', forse la madre di tutte le altre complicazioni, destinata a confinare l'amicizia ad una perenne rivalità.

La storia

Mario e Luca sono due amici 'storici' che si sono laureati in medicina insieme e si sono frequentati assiduamente fino a che non hanno conosciuto Ginevra, che all'inizio sembra non riuscire a decidersi tra i due. Fino a quando sceglie di sposare Mario, e le loro strade si dividono. Luca decide di partire per l'Africa per esercitare la professione in uno sperduto ospedale da campo mentre Mario, bravo e opportunista, diventa un medico di grande successo, luminare della cardiochirurgia. Dodici anni dopo Mario decide di raggiungere il suo vecchio amico in Africa: un viaggio che nasconde una serie di segreti. Che cosa lo spinge nuovamente dall'amico? Un reale desiderio di trovare un senso alla sua esistenza e alla sua professione o un semplice desiderio di fuga da una serie di guai combinati in Italia? L’arrivo di Mario in Kenya sconvolge nuovamente l'esistenza di Luca, anche sul piano professionale. Mario, infatti, risulta più brillante e competente dell’amico e conquista in breve tempo l’affetto dei pazienti e il rispetto degli altri volontari. Quando poi si ricomporrà il vecchio triangolo con l’arrivo al campo di Ginevra, tutto riverrà messo in discussione e i tre amici dovranno confrontarsi con il proprio passato.

 “La vita facile” è il racconto di un’amicizia, di due storie d’amore e di almeno quattro tradimenti.

Controcorrente

Una volta si diceva, ai tempi del grande Nino Manfredi, "basta la salute e un paio di scarpe nuove". Adesso la vita è indubbiamente più facile. Più facile? Ma ne siamo veramente sicuri? Non sarà un miraggio, come tanti, creato e ripetuto da tutti quelli che, e sono tanti, hanno interesse a propagandare una società felice e soddisfatta dove 'stanno tutti bene' e se qualcuno non lo è, forse è un disadattato. La vita facile è un mantra della nostra società (post?) consumistica. Se comperi la tal macchina, l'abito griffato, la vacanza nel villaggio delle cuccagne, il telefonino tuttofare, la tua vita sarò facilissima. Perfino una merendina funziona, per chi ci crede. Tra pubblicità e reality la tv. compreso quella pubblica, non si stanca di proporre stili di vita ambigui e rassicuranti. Il successo? E' solo questione di conoscenze, e magari di qualche compromesso. L'onestà? Roba d'altri tempi. Adesso per una vita facile davvero sono altre le strade. SAncora più squallide. Ma se si dicesse la verità: che la vita non è facile per niente? Che è dura e bellissima per tutti? E che ci vuole impegno e grinta, ed una solida scala di valori, come il rispetto per se stessi e per gli altri ad esempio, per viverla a testa alta? Forse potrebbe aiutare?

 

Scritto da Piero Cinelli
Tag:
VOTO
 

SCRIVI UN COMMENTO

  • Image User
    Non risulti attualmente loggato!
    Non è più; possibile lasciare commenti.

FILM IN SALA

PROSSIMAMENTE