questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La promesse

Schede

09/03/2009

La storia

La vicenda si svolge nella zona industriale del Belgio fra Liegi e Seraing. Igor, quindicenne, ha abbandonato la scuola, vorrebbe lavorare da apprendista meccanico in una officina ma il padre, Roger, richiede continuamente il suo aiuto per gestire le attività di una palazzina fatiscente affittata a extracomunitari clandestini. Non tutti gli abitanti sono in grado di pagare l'affitto e il padre di Igor, consente loro di dimezzare il canone in cambio di lavori di ristrutturazione. Durante un sopralluogo degli ispettori del lavoro, Hamidou, un africano del Burkina Faso che vive in uno dei monolocali con la moglie e il figlioletto, cade da un'impalcatura e rimane ferito gravemente. Il ragazzo vorrebbe soccorrerlo immediatamente ma il padre, temendo di incorrere nei rigori della legge glielo impedisce e lo lascia morire. Il suo corpo non viene nemmeno rimosso ma occultato sotto un cumulo di sabbia. Prima di morire Hamidou riesce a farsi promette da Igor che si occuperà della sua famiglia. Ad Assita, la moglie non viene detto nulla e dopo qualche giorno le viene fatto credere che il marito potrebbe essersi allontanato per non dover pagare debiti di gioco. La tragedia scuote il ragazzo e tenta in qualche modo di aiutare la donna. Nascostamente dal padre le fa pervenire 1000 franchi ma quando il padre lo viene a sapere lo picchia selvaggiamente. Poiché Assita è fermamente decisa a restare e attendere il marito, il padre di Igor le fa pervenire un telegramma firmato dal marito dove le chiede di andarlo ad attendere alla stazione di Colonia_ Roger si dichiara disposto a condurla fin là poiché casualmente vi si deve recare per altri motivi_
Potrebbe essere la soluzione definitiva ma il ragazzo teme fortemente che Assita una volta abbandonata a Colonia, senza nessun aiuto, possa cadere nella rete della prostituzione. Il mattino della partenza, durante i preparativi, il ragazzo si impossessa fulmineamente del furgone del padre e fugge con Assita e i figlioletto. Rivela ad Assita che il telegramma è falso ma non ha il coraggio di rivelargli la verità sul marito. Il bimbo si ammala e Igor, non senza difficoltà li porta da un indovino africano e poi all'ospedale. Grazie all'aiuto di una infermiera di colore che prima le integra i soldi mancati per pagare il ticket all'ospedale e poi le dà la sua carta d'identità perché possa espatriare, Assita si convince di raggiungere alcuni parenti in Italia. Nell'officina dove il ragazzo si reca per riparare una statuetta amuleto di Assita viene raggiunto dal padre. Lo scontro tra i due è violento; Igor riesce a neutralizzare la violenza del padre e poi lo lega per una caviglia a una catena. Le suppliche del padre sembrano per un attimo far recedere Igor dai suoi propositi ma poi trova finalmente il coraggio di abbandonarlo. Torna da Assita e dal bambino, li accompagna alla stazione e sulla rampa di scale che porta al binario del treno in partenza per l'Italia le confessa con un fil di voce che il marito è morto. Senza un grido, senza un moto di reazione la donna si gira su sé stessa e si avvia verso l'uscita della stazione seguita da Igor.

Scritto da ADMIN
Tag: la promesse,
VOTO
 

SCRIVI UN COMMENTO

  • Image User
    Non risulti attualmente loggato!
    Non è più; possibile lasciare commenti.

FILM IN SALA

PROSSIMAMENTE