questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La profezia delle ranocchie

Schede

09/03/2009

Il Film

Un casolare isolato in cima a una collina ospita Ferdinand, marinaio in pensione, sua moglie Juliette, di origini africane, ed il piccolo Tom, figlio adottivo della coppia. La vita della famigliola trascorre serena tra lavori in campagna ed occupazioni domestiche, lontano dal frastuono della grande città. Ai piedi della collina abitano i Lamotte, padre, madre e una bambina, Lili, amica e compagna di giochi di Tom. Un giorno il signor Lamotte deve partire per l'Africa, e la moglie, seppure poco entusiasta, è costretta ad accompagnarlo. La piccola Lili viene affidata, per il periodo della loro assenza, a Ferdinand e Juliette che si sono offerti di tenerla. Immaginabile la gioia di Tom. Ma proprio la sera della partenza nell'aria si avverte che qualcosa sta per accadere, la campagna è percorsa da una grande agitazione e lo stagno vicino alla fattoria di Ferdinand è sede di una straordinaria assemblea: il mondo delle rane, in subbuglio, si raccoglie in riunione plenaria. All'ordine del giorno una questione drammatica, l'avvento di un nuovo diluvio universale previsto per l'imminente luna piena. Il mondo è atteso da quaranta giorni e quaranta notti di pioggia incessante. Tom e Lili vengono informati da una rana anziana della sciagura incombente. Al diffondersi della notizia la preoccupazione sale, si fa strada anche tra gli animali della fattoria e tutti appuntano su Ferdinand le speranze di cavarsela. Memore dei propri trascorsi di lupo di mare, il vecchio si dà da fare e la piccola ed eterogenea comunità si ritrova, quando si spalancano la cateratte celesti, a navigare sul… fienile di casa. Scomodi ma salvi, umani e animali devono condividere disagi e speranze di una situazione anomala, alla deriva non si sa bene dove e per quanto tempo. Unica notizia positiva, almeno in un primo tempo, che la sopravvivenza è assicurata da una provvidenziale scorta costituita da ben 28 tonnellate di patate! Però si rivela subito difficile andare avanti a patatine fritte, per i  predatori che si accalcano sempre più affamati nell'improvvisata arca. Ci vuole un bel po' di pazienza, soprattutto se intorno circolano parecchi potenziali succulenti bocconcini. Ma su questo punto Ferdinand non transige, la dieta è rigorosa e monotona, ma indispensabile se si vuole portare in salvo tutti i componenti la spedizione, nessuno escluso. Un bel giorno poi gli impauriti naviganti sottraggono alle acque, ed alla voracità dei coccodrilli che le infestano, una tartaruga più morta che viva, che si dichiara unica superstite della propria specie. Lo sfortunato animale lega in particolare con Lili e Tom ne è un po' geloso. Intanto i carnivori, con lo stomaco sempre più vuoto, faticano a rispettare le regole dettate da Ferdinand e il difficile equilibrio del piccolo microcosmo è sempre più in bilico, fino a crollare nel momento in cui all'improvviso un ospite della stravagante imbarcazione rivela la propria vera identità e le proprie malvagie intenzioni, scatenando una rivolta. Saranno Tom e Lili, con il loro coraggio e la loro decisione, a raddrizzare una situazione che sembrava ormai definitivamente compromessa.

Scritto da ADMIN
VOTO
 

SCRIVI UN COMMENTO

  • Image User
    Non risulti attualmente loggato!
    Non è più; possibile lasciare commenti.

FILM IN SALA

PROSSIMAMENTE