questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Il piccolo mondo salvato da una ragazzina

Schede

04/11/2009

"Il mondo che stava attraversando era un pallido nulla, come un foglio di carta bianco o un'enorme stanza bianca e vuota. Non c'era temperatura, né consistenza, né sapore." Neil Gaiman


Sicuramente, a molti sarà sfuggito che l'indiscusso capolavoro Tim Burton's Nightmare Before Christmas non è esclusivamente frutto dell'estro geniale dell'autore de La sposa cadavere, ma porta la firma di un altro artista dotato di notevole perizia e sensibilità: Henry Selick, ieri regista di quell'opera memorabile, e oggi tornato agli onori della cronaca, per via dell'uscita nelle sale cinematografiche (19 giugno 2009) del lungometraggio animato (il primo in stop-motion e in 3D) Coraline e la Porta Magica, di cui è prossima la pubblicazione in dvd (e in blu-ray), che sarà distribuito a partire da metà ottobre dalla Universal Pictures.


A rafforzare ancor di più il legame con il dinoccolato "principe di Halloween" la scena in cui "l'Altra Madre" sta preparando un'omelette a Coraline per colazione. Quando la donna rompe l'uovo e lo versa nella ciotola, si può vedere nel tuorlo il volto di Jack Skeletron. ? una citazione - certo - ma al tempo stesso una dichiarazione di poetica. In altre parole, Selick "marca il territorio", ovverossia stabilisce l'appartenenza di Coraline al mondo delle fiabe nere.


Difatti, se è piuttosto facile associare l'eroina nata dalla penna di Neil Gaiman all'Alice di Lewis Carroll, è senz'altro più complicato trovare ascendenze al contesto e allo scenario in cui si svolgono le vicende di questo racconto dark. Magari qualcuno potrà paragonare la casa di Coraline al motel di Norman Bates in Psycho, oppure stabilire parentele e legami con quel vasto filone della letteratura per ragazzi che tratta il tema del doppio e dei mondi paralleli, ma riteniamo che l'originalità di Coraline e la Porta Magica vada oltre tali ricerche.


Intanto il nome della protagonista, nato da un errore di battitura. Si dice, infatti, che Neil Gaiman, il suo creatore, intendeva scrivere Caroline, ma gli è scivolato il dito sulla tastiera e le lettere si sono scambiate di posto. Lo scrittore Larry Niven ha poi consigliato a Gaiman di conservare il refuso. Così Coraline è entrata a far parte della nutrita schiera dei personaggi animati che popolano la fervida fantasia dei bambini.

 

Scritto da ADMIN
VOTO
 

SCRIVI UN COMMENTO

  • Image User
    Non risulti attualmente loggato!
    Non è più; possibile lasciare commenti.

FILM IN SALA

PROSSIMAMENTE