questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Ewan McGregor parla a ruota libera di uno dei personaggi più iconici della saga

Schede

13/01/2012

L’enigmatico maestro Jedi Obi Wan Kenobi è uno dei personaggi più amati della saga di Star Wars. Nella trilogia originale è stato interpretato da Sir Alec Guinness. Il carisma e il talento resero indimenticabile questa figura saggia e ieratica, caratterizzandola fortemente al punto che, dovendo scegliere un nuovo interprete per Star Wars – Episode One, George Lucas e il suo team di lavoro dovettero prestare una grande attenzione al casting per non rischiare di deludere le centinaia di milioni di fans in tutto il mondo. Ad essere scelto fu Ewan MGregor interprete famoso, all’epoca per film legati al cinema indipendente come Trainspotting e Velvet Goldmine. Una vera e propria sorpresa, ma anche una piacevolissima rivelazione dato che il personaggio di Obi Wan Kenobi è il vero protagonista della nuova trilogia. Vi riproponiamo questa vecchia intervista all’attore: cosa significa essere Obi Wan e l’importanza della Forza…

Cosa ha significato per la sua carriera interpretare il ruolo di Obi Wan Kenobi?

Entrare nella leggenda. Sono cresciuto con quei film e li ricordo con grande piacere. Mio zio ha avuto un ruolo secondario in tutte e tre le pellicole. Quando ho visto il primo episodio, avevo solo sei anni è stato indimenticabile. Ero molto eccitato anche perché era la prima volta che vedevo mio zio recitare.

All’inizio della sua carriera lei diceva di non volere interpretare delle grandi produzioni hollywoodiane: cosa è cambiato, nel frattempo?

Il fatto che, nel frattempo, ho interpretato il mio primo blockbuster hollywoodiano e ho cambiato idea: tutti quanti, alle volte, parliamo un po’ troppo anche se, insisto, non lavorerei mai in film che non abbiano alcun senso, solo per i soldi. A me interessa raccontare delle storie che abbiano delle idee portate avanti da registi interessanti. Pellicole che abbiano un cuore proprio come Episode One.

Qual è stata la vita sul set?

Girare un film come questi è un lavoro molto duro e molto particolare. Mi sono divertito molto anche se è difficile recitare in una pellicola piena di effetti speciali...un’esperienza del tutto nuova per me. Devo dire che Star Wars è stato eccitante e al tempo stesso noioso. E’ difficile cercare l’introspezione del personaggio quando ci si deve confrontare con cose che non sono realmente di fronte ai tuoi occhi.

Lei crede nella Forza?


No, non riesco a credere nel destino. Se tutto fosse già deciso, qualsiasi nostra azione non conterebbe nulla. Preferisco pensare che la nostra vita dipenda da noi e non da qualcosa di superiore. Ed è molto meglio così…


Cosa significa vedersi trasformato in un action figure per i negozi di giocattoli?


Meglio non pensarci: anche se ne ho subito comprato uno per mia figlia.


Quando ha deciso di fare l’attore ?


Avevo solo nove anni. Non ho mai pensato di potere fare altro, anche se il vero successo l’ho raggiunto solo con Trainspotting, un film che mi ha reso famoso in tutto il mondo. E’ buffo, ma mai nella mia vita ho pensato che avrei fatto

 

 Marco Spagnoli

Scritto da Patrizia Morfù
Tag:
VOTO
 

SCRIVI UN COMMENTO

  • Image User
    Non risulti attualmente loggato!
    Non è più; possibile lasciare commenti.

FILM IN SALA

PROSSIMAMENTE