questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

City of God

Schede

09/03/2009

Gangs of Rio de Janeiro

Tratto dal romanzo fiume di Paulo Lins, uno scrittore che per trent'anni ha vissuto a Cidade de Deus, raccontando con precisione entomologica la vita all'interno della più malfamata favela di Rio de Janeiro, City of God racconta la crescita del crimine organizzato nelle favelas, tra la fine degli anni 60 e l'inizio degli 80.
Il vero protagonista del film non è una persona, ma è proprio quella favela, nota per essere una delle più pericolose della città. L'azione è commentata da 'Buscapé', un ragazzino di colore, fragile, timido che invece di intraprendere la strada del crimine, come tutti i suoi compagni, sogna di fare il fotografo. Ed è proprio attraverso i suoi occhi che vedremo le vite, le battaglie, gli amori e le morti dei numerosi personaggi che animano il film, i cui destini si scontrano e s'intrecciano mano a mano che la storia va avanti e il tempo passa. Non è lui che muove le pedine del racconto, né quello che prende le decisioni che determineranno la catena principale degli eventi. Ma è proprio attraverso la sua visione della vita che noi riusciamo a comprendere l'umanità di un mondo apparentemente condannato alla violenza senza fine.
La storia del film si sviluppa in tre tappe.

Fine degli anni Sessanta
'Buscapé' è uno dei tanti undicenni di Cidade de Deus. Timido e fragile, osserva gli altri ragazzini del quartiere che rubano, partecipano a risse e si scontrano quotidianamente con la polizia. Ma lui sa già cosa vorrà fare da grande, se riuscirà a sopravvivere: diventare fotografo. Nel frattempo, 'Dadinho', un ragazzino della sua stessa età, si trasferisce a Cidade de Deus: sogna di diventare il peggior criminale di Rio de Janeiro e comincia l'apprendistato mettendosi al servizio dei delinquenti della zona. Dadinho ammira profondamente 'Cabeleira' e la sua banda dedita alle rapine, soprattutto ai danni dei camion carichi di gas. Cabeleira offre a Dadinho l'opportunità di uccidere per la prima volta. Sarà solo il primo di una lunga catena di omicidi.

Anni Settanta
Ancora una volta la vita fa incrociare i due protagonisti. Buscapé continua gli studi, facendo qualche lavoretto occasionale e destreggiandosi tra il crimine e la retta via. Dadinho è diventato il capo di una baby gang e nutre grandi ambizioni per il suo futuro da fuorilegge. Quando si rende conto che spacciare droga rende molto di più delle rapine, decide di mettere su un traffico di cocaina che gli renderà subito molto denaro.

Inizi degli anni Ottanta
Buscapé riesce ad avere finalmente una macchina fotografica e realizza il suo sogno d'infanzia. Anche Dadinho ha realizzato i propri: a 18 anni è conosciuto come 'Zé Pequeno', il più temuto e rispettato narcotrafficante di Rio de Janeiro. A Cidade de Deus la sua parola è legge. Circondato da una gang di baby delinquenti e protetto da un esercito armato di ragazzini tra i 9 e i 14 anni, domina incontrastato la favela_ Fino a quando non arriva 'Manu Galinha', un bigliettaio di autobus costretto ad assistire allo stupro della sua fidanzata, e deciso di uccidere Zé Pequeno, costi quel che costi. Quando la notizia si diffonde, nel giro di una sola notte si forma una banda armata di baby criminali con lo stesso obiettivo: uccidere il boss. A Cidade de Deus scoppia la guerra.

Ma il film non racconta solo le avventure di questi due personaggi. Il suo vero protagonista è il luogo: Cidade de Deus. Ci sono dozzine di storie collegate, che rivelano un mondo assolutamente inedito. Storie di amore, storie comiche e storie di rivalità. Storie vere. Perché City of God è un film su personaggi e fatti che sono davvero accaduti a Rio de Janeiro, ed è questo ciò che ne fa un film sorprendente.



Scritto da ADMIN
Tag: city of god,
VOTO
 

SCRIVI UN COMMENTO

  • Image User
    Non risulti attualmente loggato!
    Non è più; possibile lasciare commenti.

FILM IN SALA

PROSSIMAMENTE