questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Adattamento e Habitat - Speciale Earth parte III

Schede

16/04/2009

Earth propone una visione mozzafiato degli habitat del pianeta e rende possibile apprezzare i contrasti estremi che intercorrono tra gli ambienti che gli animali del pianeta riconoscono come "casa". Un'orsa polare e i suoi cuccioli emergono dalla neve dell'Artico in uno scenario composto da vette ghiacciate e mari congelati a perdita d'occhio. Migliaia di chilometri più a sud, la megattera sostiene gentilmente il suo cucciolo nelle acque tranquille e poco profonde, illuminate dal sole dei tropici. E l'elefante africano, e il suo piccolo, attraversano il territorio desertico del Kalahari, caratterizzato dalla vegetazione inaridita e dal terreno spaccato dal sole, circondati da vorticose nuvole di polvere. Questi luoghi della superficie terrestre non potrebbero essere più diversi, e ognuno di essi è abitato da uno dei grandi mammiferi del pianeta.

 

 

DATI e INFORMAZIONI


L'HABITAT

Un habitat è un ambiente che fornisce agli organismi, piante o animali che siano, le condizioni necessarie per vivere. Tutti gli esseri viventi si adattano all'habitat in cui vivono. Il riscaldamento globale del pianeta sta provocando, però, una consistente modificazione degli habitat naturali con conseguenze tragiche per molte specie animali come l'orso polare, a forte rischio estinzione per via dall'assottigliamento dei ghiacci, la megattera, alle prese con l'aumento costante della temperatura delle acque marine, e l'elefante africano, minacciato dalla sempre più grave siccità.

 

L'ORSO POLARE

Si trova nell'Artico, nelle acque coperte dai ghiacci, dal Canada alla Norvegia, così come in alcune zone fredde degli Stati Uniti, della Russia e della Groenlandia. Viaggia per centinaia di chilometri in cerca di cibo. Può sentire l'odore delle foche, la sua principale riserva alimentare, a diversi chilometri di distanza. Gli orsi polari sono in sintonia con il bioma artico in cui vivono. Il loro habitat propone dei cambiamenti estremi durante l'anno. Il documentario mostra come l'orso polare sia perfettamente equipaggiato per poter sopravvivere in queste difficili condizioni. La temperatura invernale scende a -34 gradi, ma l'orso possiede delle caratteristiche fisico-metaboliche ideali per mantenere il calore corporeo. Inoltre, dimostrano eccezionali capacità nella conservazione dell'energia corporea, e specialmente, di adattamento all'ambiente, in quanto resistono al letargo del lungo periodo invernale nella loro tana, anche con scarse scorte di cibo. Nei mesi estivi, quando i mari e le ampie zone del territorio ghiacciato in cui vive si sciolgono, l'orso polare deve spostarsi nuotando tra le isole e i tratti ghiacciati alla deriva in cerca di pesce. Gli orsi polari sono degli ottimi nuotatori, e quindi possono attraversare lunghe distanze in acqua.

 

L'ELEFANTE AFRICANO

Il più grande mammifero della terraferma si adatta a vivere in un'ampia gamma di habitat, tra cui il deserto, la palude, la foresta, la savana, le coste e le montagne. Il più grande esemplare mai registrato era alto quattro metri d'altezza alle spalle, e pesava 10 tonnellate. Un elefante adulto può passare 12-18 ore al giorno a mangiare, visto che ha bisogno di oltre 140 chili di cibo, e arriva a consumare 200 litri di acqua in una giornata. Questi animali migrano spesso tra diversi habitat per soddisfare il loro immenso appetito. Gli elefanti del deserto del Kalahari, in Botswana, che appaiono in Earth, migrano annualmente verso le paludi di Okavango per trovare cibo e acqua sufficienti per vivere. Il grande cervello dell'elefante lo aiuta a ricordare dove si trovano le zone in cui le risorse alimentari abbondano in una certa stagione, ma può anche permettergli di conservare in memoria altre informazioni. Per questo si dice che un elefante "non dimentica mai!".

 

LA BALENA MEGATTERA

Le balene megattere, come già detto in precedenza, vivono sulla superficie degli oceani aperti, e nelle zone costiere superficiali. In diverse occasioni dell'anno occupano due zone diverse del loro habitat: una nei tropici e l'altra nelle acque settentrionali e meridionali estreme, vicino ai poli. I caldi mari tropicali sono il loro spazio per la crescita, e dove trascorrono l'inverno. La popolazione di balene dell'emisfero settentrionale va a nord per l'estate artica, mentre quelle dell'emisfero meridionale si recano a sud per l'estate antartica. Le enormi pinne e la coda delle megattere forniscono la spinta per questo viaggio. Sotto la loro pelle c'è uno strato di grasso; la megattera, tra tutte le balene, ha quello più consistente, che permette a questo mammifero a sangue caldo di conservare energia e calore quando si trova nelle fredde acque polari.

 

Scritto da ADMIN
VOTO
 

SCRIVI UN COMMENTO

  • Image User
    Non risulti attualmente loggato!
    Non è più; possibile lasciare commenti.

FILM IN SALA

PROSSIMAMENTE