questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

E ora dove andiamo?

Locandina del film E ora dove andiamo?
TRAILER Fermo immagine del trailer
E ora dove andiamo?
(Et maintenant on va où ?, 2011, Francia)

Sul bordo della strada dissestata di un piccolo villaggio libanese, cinque vedove si incontrano tutti i giorni per recarsi al cimitero in cui sono sepolti i loro uomini. Fanno insieme il tragitto ma poi ognuna segue la sua fede e i suoi riti. Hanno appianato le loro differenze religiose e culturali. E devono inventarsi i più incredibili espedienti per tenere a bada gli uomini del villaggio. Sempre pronti a reagire alle minime provocazioni.


Takla, Amale, Yvonne, Afaf e Saydeh affrontano stoicamente il caldo soffocante di mezzogiorno, reggendo le fotografie dei loro amati uomini, perduti in una guerra futile, lunga e lontana. Alcune di loro portano un velo, altre indossano croci di legno, ma tutte sono vestite di nero, unite da una sofferenza condivisa. Giunta alle porte del cimitero, la processione si divide in due congregazioni: musulmani da una parte e cristiani dall’altra.
Realizzato per denunciare lo sfondo di un paese ancora lacerato da una guerra passata ma sempre presente, WHERE DO WE GO NOW? racconta la rincuorante storia di un gruppo di donne determinate nel proteggere la loro comunità, minacciata dall’isolamento, dalle mine, dalle forze esterne invasive e divisorie che cercano di distruggerla dall’interno.

Unite da una causa comune, l’impensabile amicizia tra queste donne supera, contro ogni aspettativa, tutti i punti di contrasto religiosi che creano scompiglio nella loro società e, insieme, grazie alla loro straordinaria inventiva, mettono in atto dei piani esilaranti, cercando di distrarre gli uomini del villaggio, in modo da allentare la tensione interreligiosa.
Una serie di caotici incidenti metterà alla prova l’ingenuità delle donne che, con impertinenza, riusciranno finalmente a scongiurare gli effetti collaterali di una guerra che appare distante. Tuttavia, quanto in là oseranno spingersi queste donne per prevenire la confusione e lo spargimento di sangue all’interno della loro comunità non appena gli eventi prenderanno una tragica piega?

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE