questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Vittorio racconta Gassman - Una vita da mattatore

Locandina del film Vittorio racconta Gassman - Una vita da mattatore
Vittorio racconta Gassman - Una vita da mattatore
(Vittorio racconta Gassman - Una vita da mattatore, 2010, Italia)

Il compito che questo film-documentario si pone, è quello di far conoscere il percorso umano e artistico di una delle maggiori personalità dello spettacolo e della cultura italiana del XX secolo; che pur affondando le proprie radici nella tradizione del teatro classico, ha fatto di tutto per avvicinarvi le masse.

Basta ricordare che il suo "Amleto" (1952) fu il primo spettacolo che superò, con una serie di "tutto esaurito", le 100 repliche nello stesso teatro (Quirino di Roma); all'epoca le compagnie usavano cambiare repertorio dopo poche rappresentazioni.

Vittorio Gassman fu anche il primo, utilizzando un tendone da circo, a portare i "classici" (Adelchi di A. Manzoni) in luoghi sperduti del Sud d'Italia dove il teatro non era mai arrivato (col T.P.I., 1960). Solo molti anni dopo avrebbero proliferato gli "alternativi" teatri tenda.

Né va dimenticato il suo contributo alla diffusione della poesia; sia classica (Dante, Leopardi, ecc.) che moderna (i poeti della Beat Generation, negli anni '60).

E' anomalo e curioso che un attore etichettato come "tradizionale" abbia apportato così tante innovazioni... e non soltanto in teatro. Il suo "Mattatore" televisivo fece molto scalpore all'epoca (1959) e passò alla storia; si può affermare che fu "rivoluzionario", una sorta di programma-contenitore ante litteram, dove poesia e numeri da circo, linguaggio corto e battute popolari, si alternavano e fondevano armonicamente.

In cinema Vittorio Gassman non fu da meno: ai grandi personaggi tragici ("Profumo di Donna", "Caro Papà", ecc.) alternava quelli cialtroneschi e popolari (Beppe "il pantera", Brancaleone, il pugile suonato de "I Mostri") ... e sempre con grande successo.

Anche la sua vita privata ha fatto spesso scalpore: Gassman ha avuto quattro figli (Paola, Vittoria, Alessandro e Jacopo) da quattro donne diverse...

Tutto questo e molto altro ancora si racconterà, sia della sua vita pubblica che privata (seguendo i temi a lui più cari: il mestiere dell'attore, il rapporto padre-figlio, l'amicizia, le donne, ecc.), per ricordare colui che "in scena e fuori scena non fu mai impallato", come ironicamente Vittorio Gassman definiva se stesso.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE