questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Upside Down

Locandina del film Upside Down
TRAILER Fermo immagine del trailer
Upside Down
(Upside Down, 2012, Canada/Francia)

Due mondi opposti, vicini ma irraggiungibili, uno sopra e uno sotto, uno ricco e l'altro povero. Ai rispettivi abitanti è proibito andare nell'uno o nell'altro, ma nulla potrà fermare l'amore tra Adam ed Eden, decisi a sfidare le leggi dell'Universo per poter stare insieme.

Eden è una ragazza che vive nel mondo di sopra, ricco e prosperoso, collegato a quello di sotto unicamente attraverso la società Trans World, che sfrutta le risorse minerarie del pianeta di sotto, dove lei lavora. Eden ha un segreto: è innamorata di Adam, un ragazzo che vive nel mondo di sotto, povero e degradato, ai cui abitanti è severamente proibito accedere al mondo di sopra. Adam ha perso i suoi genitori da piccolo e da quel momento sono davvero poche le persone che gli sono vicino.Nonostante il rapporto tra i due sia severamente vietato, Adam riesce a farsi assumere al Trans World, dove lavora la ragazza, con il solo scopo di ritrovarla.

Tra Giulietta e Romeo ed Inception, il regista argentino Juan Solanas con l'aiuto di due giovani star del genere come Kirsten Dunst e Jim Sturgess, mette in scena un curioso e 'acrobatico' fantasy romanticissimo dove l'amore vince la differenza di classe, di pianeta, e di gravità. 

"Ci tenevo a mostrare un mondo in cui le persone che si trovano “in piedi” sul soffitto si rivolgono ad altre persone che sono "in piedi" sul suolo (e viceversa)...  E’ così che mi è venuta l’idea del dispositivo "master slave": un Dolly interamente computerizzato, con una testa morbida, anch’essa computerizzata, collegata ad un computer che trasmette in tempo reale le coordinate del movimento ad un’altra macchina da presa, fissata su un Motion Control (macchina da presa su braccia robotizzate). Ciò permette di girare con due mezze scenografie e due macchine da presa con un solo e medesimo movimento di macchina. In questo modo, l’operatore, o io stesso, abbiamo la possibilità di inquadrare in un monitor la composizione delle due mezze immagini che alla fine formano una sola e unica immagine! Gli attori possono guardarsi in tempo reale, grazie ad un sistema simile al tele-suggeritore, come quelli che i giornalisti utilizzano in televisione per leggere un testo, solo che qui, al posto del testo, c’è l’immagine dell’altro attore. Questo offre agli attori la libertà di recitare e d’improvvisare. Non c’è niente di pre-calcolato, possiamo « sentire » la scena in funzione del ritmo e della recitazione degli attori. Alla fine si ottiene un risultato «organico» che dà vita a questo mondo un po’ pazzo, dove le persone camminano sul soffitto, ma che, allo stesso tempo, somiglia tanto al nostro…” Juan Solanas

 

 

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE