questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Tutta Colpa di Freud

Locandina del film Tutta Colpa di Freud
TRAILER Fermo immagine del trailer
Tutta Colpa di Freud
(Tutta Colpa di Freud, 2013, Italia)

Uno 'strizzacervelli'  alle prese con tre casi femminili disperati. O forse con un solo caso disperato, il suo, visto che le tre pazienti sono le sue tre adorate figlie

La storia è quella di un analista romano cinquantenne, Francesco Taramelli (Marco Giallini) alle prese con tre casi disperati da sbrogliare che riguardano le sue adorate tre figlie. Ognuna è alle prese con differenti vicissitudini sentimentali: nonostante sia abituato a trattare l’amore, il nostro protagonista non riesce a districarsi facilmente e alla fine a guidarlo più che la ragione sarà il cuore. La prima vicenda in esame è quella di Sara (Anna Foglietta), un’omosessuale che vive a New York che viene lasciata dalla sua compagna il giorno in cui le chiede di sposarla, e cosi dopo l’ennesima delusione d’amore decide di cambiare orientamento sessuale. Tornata a Roma prova ad uscire con vari uomini - ognuno dei quali gli rivelerà difetti e controindicazioni - fino a quando non crederà di aver incontrato quello perfetto (Daniele Liotti); ma anche in questo caso accadrà qualcosa di inaspettato che vanificherà ogni aspettativa. La seconda storia è quella di Marta (Vittoria Puccini), una romantica libraia che si innamora di un fascinoso ladro di libri sordomuto (Vinicio Marchioni), iniziando una storia d’amore senza parole condizionata dalle difficoltà di comunicazione. La terza è invece quella di Emma (Laura Adriani), una ragazzina diciottenne che vive una storia d’amore con un coetaneo di suo padre (Alessandro Gassmann). Vorrebbe somigliare alle sue sorelle ed essere considerata di più; ama follemente suo padre e forse sente il bisogno di mostrargli che è più forte delle sorelle e che riesce ad avere una relazione con un uomo maturo. Lo psicanalista vive da tempo da solo dopo che sua moglie medico si è trasferita in Africa per seguire i progetti di una ONG. L'uomo sembra però  aver trovato qualcuno in grado di fargli battere nuovamente il cuore: si tratta di una donna misteriosa, elegante, sofisticata e glaciale che lui incontra e segue nel suo quartiere senza avere mai il coraggio di avvicinarla salvo poi scoprire che lei è sposata proprio con il maturo amante di Emma. 

"Volevo dar vita ad una commedia sentimentale al femminile. Ho pensato così a tre storie di ragazze dal punto di osservazione privilegiato di un genitore, in questo caso di un padre divorziato che fa lo psicanalista. Non si tratta però di un film sulla psicanalisi, è un film sulle differenze in amore e sulla difficoltà di accettarle." Paolo Genovese

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE