questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Tron: Legacy

Locandina del film Tron: Legacy
TRAILER Fermo immagine del trailer
Tron: Legacy
(Tron Legacy, 2010, Stati Uniti)

Sequel del cult del 1982, prima pellicola in assoluto ambientata in un mondo virtuale, riprende la storia esattamente venticinque anni dopo. Pensato e realizzato in 3D, con un budget di 250 milioni di dollari, trasporta lo spettatore all'interno di un cyber-universo dark e violento, in un'esperienza visiva, emotiva e tecnologica, che non dimenticherà facilmente.
1 NOMINATIONA AGLI OSCAR 2011 NELLA CATEGORIA MIGLIORE MONTAGGIO DEL SUONO.


Protagonista è Sam Flynn, giovane esperto di computer e figlio di Kevin Flynn, un programmatore di videogiochi, misteriosamente scomparso venticinque anni prima. Sam per una serie di strane coincidenze, seguendo le tracce della scomparsa del padre, si ritrova catapultato nello stesso mondo virtuale di Tron, a cui il padre stava lavorando. Digitalizzato e trasformato in codice numerico, si  ritrova in un mondo di crudeli programmi e giochi di gladiatori dove l'unica regola è sopravvivere. E dove finalmente ritrova suo padre, assieme al quale cerca di uscire da quel fantastico e feroce cyber-universo. Con l'aiuto della fedele amica del padre, Quorra, in un viaggio fra la vita e la morte, attraversano lo spettacolare universo cibernetico con alle calcagna un Tron spietato e malvagio che farà di tutto per annullare i programmi ostili alla dittatura del sistema. Padre e figlio si uniranno nella lotta per rimanere in vita nel mondo di Tron.  

 

La sua presenza era considerata irrinunciabile e Jeff Bridges non è mancato all'appello, tornando ad essere il protagonista di Tron: Legacy, nel ruolo di Kevin Flynn, padre di Sam, interpretato dal giovane e  atletico Garrett Hedlund.  “Penso – ha affermato Bridges – che questo sia uno dei sequel più attesi di tutti i tempi. Senza Tron, parlo del primo film del filone cyberpunk, non ci sarebbe mai stato Matrix. Per queste e tante altre ragioni mi è sembrata una avventura imperdibile questo Tron: Legacy targato 2010”. Joseph Kosinski, 36 anni, debuttante come lo era nel 1982 Lisberger, è però un veterano di spot e di immagini realizzate attraverso il computer, con una laurea in architettura e un master in design che si sono rivelati perfetti per realizzare un film su un ‘costruttore di mondi’. “Dicono che ad un film si lavora tre volte - afferma il regista – quando si scrive, quando si filma e quando si monta. Per Tron: Legacy ce n’è stata anche una quarta importantissima, quella degli effetti speciali”. Girato con la stessa macchina per le riprese tridimensionali inventata da James Cameron per Avatar, l’operatore è stato Claudio Miranda, il direttore della fotografia di Il curioso caso di Benjamin Button. Miranda ha creato un secondo Jeff Bridges, Clu 2.0, fermo all’età del primo film, perché non è un essere umano ma un software.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE