questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Triage

Locandina del film Triage
TRAILER Fermo immagine del trailer
Triage
(Triage, 2009, Beglio, Irlanda)

Nel 2001 ha vinto l'Oscar per il Miglior Film Straniero con No Man's Land. Ora il regista bosniaco Danis Tanovic ritorna in prima linea con Triage, passato in concorso al Festival di Roma, dove racconta nuovamente gli orrori della guerra attraverso gli occhi di un fotografo.

Due esperti fotoreporter, Mark (Farrell) e David (Sives), lavorano nel Kurdistan in guerra sul finire degli anni 80. Mark è molto ambizioso e vuole seguire i combattimenti da vicino alla ricerca della foto della sua vita, ma David ne ha abbastanza di cadaveri e di sangue, e molla tutto per ritornare a casa dalla moglie incinta. Poco dopo Mark viene ferito e trasportato nel campo di soccorso dove l'unico medico presente, il dottor Talzani, decide brutalmente chi può essere curato e chi deve essere eliminato. Una volta rientrato a Dublino, Mark è un altro uomo. Debole, esausto, disorientato. Non solo a causa delle ferite e dello shock, ma è sconvolto anche nell'apprendere che David non è mai rientrato a Dublino e di lui non si hanno notizie. L'uomo peggiora a vista d'occhio. In ospedale, i medici giungono alla conclusione che la sua paralisi è un problema psicologico legato a qualcosa accaduto in Kurdistan e che Mark non vuole ricordare. A scoprirlo sarà l'anziano nonno di Elena, la sua compagna, uno psichiatra esperto in traumi bellici e che si è occupato del 'recupero' dei criminali di guerra dopo la guerra civile spagnola.

Il triage del titolo indica proprio il sistema utilizzato negli ospedali per selezionare i soggetti coinvolti in infortuni, secondo classi di urgenza, in base alla gravità. Un titolo molto calzante per una storia che allarga l'esperienza della guerra in due fasi distinte, quella diretta e quella successiva post-trauma. Passando dagli orrori fisici a quelli psicologici della guerra. Allo spettatore il compito di valutarli. Tratto dall'omonimo romanzo di Scott Anderson, inviato di guerra per quasi vent'anni per il New York Times, Triage è un film che rappresenta la guerra nel suo mostruoso insieme, di una realtà destinata a condizionare per sempre la vita delle persone che hanno la sfortuna di incontrarla. Notevole il cast del film. Paz Vega, il grande Christopher Lee, e il divo Colin Farrell che ha fortemente voluto interpretare il film, accettando, per entrare nel ruolo, di recarsi a Srebrenica, la città bosniaca dove l'11 luglio del 1995 quasi ottomila musulmani vennero uccisi dall'esercito serbo-bosniaco. "E' stata una esperienza incredibile - ha detto l'attore - è difficile descrivere come l'aria e la terra in quel luogo siano impregnate di morte. A Srebrenica si percepisce il senso di panico e di perdita. Mi ha davvero sconvolto". Danis Tanovic - oltre al notevole No Man's Land - ha continuato a raccontare il dolore provocato dal massacro di Srebrenica nell'episodio di 11 settembre e in maniera intimista, riprendendo una sceneggiatura di Krzysztof Kieslowski ne L'inferno.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE