questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Pirati! Briganti da strapazzo

Locandina del film Pirati! Briganti da strapazzo
TRAILER Fermo immagine del trailer
Pirati! Briganti da strapazzo
(The Pirates! Band of Misfits, 2012, United Kingdom, United States)

Dopo Wallace & Gromit (Premio Oscar) e Galline in Fuga, la premiatissima Aardman porta sullo schermo, in stop motion,  la più ottimista, allegra e incosciente ciurma di pirati.


Capitan Pirata è da sempre il terrore dei sette mari. Entusiasta e fiducioso, viaggia da con un equipaggio di straccioni al suo fianco, e apparentemente cieco davanti alle stranezze che gli si presentano davanti, ha un solo sogno: sconfiggere i suoi acerrimi nemici Black Bellamy e Cutlass Liz per ricevere il sognato premio di Pirata dell’Anno. Per farlo, costringerà il suo equipaggio a viaggiare dalle spiagge dell’esotica Blood Island alle strade nebbiose della Londra vittoriana. Durante il lungo esodo, incontrerà una regina diabolica ed un giovane e infelice scienziato, senza perdere mai di vista quello che un pirata ama di più: l’avventura!

 

L’idea di un film sui pirati, venne al regista due volte candidato all’Oscar e co-fondatore della Aardman Peter Lord, dopo aver letto una copia del libro di Gideon Defoe, ‘The Pirates! In an Adventure with Scientists: A Novel’, che suscitò immediatamente la sua ilarità. “Amavo le storie dei pirati da ragazzo – ha spiegato - in particolare L’isola del tesoro. Queste storie hanno trasformato quella che probabilmente nella realtà era una vita terribile in qualcosa di entusiasmante, spavaldo, pieno di colori: le storie di pirati sono ambientate nei mari tropicali, con cieli di un blu intenso, i cannoni ed i costumi. E’ un’atmosfera magica in questo senso. Quindi, quando abbiamo trovato questa storia che parlava di un equipaggio di pirati incessantemente ottimisti, ci è sembrato di ripercorrere la storia aumentandone un po’ i toni.” Non a caso i personaggi sono tutti estremamente sopra le righe, folli, incapaci, ma allo stesso tempo fiduciosi e ciecamente convinti dell’autorità del loro Capitano. A prestare la voce al protagonista è nella versione originale, Hugh Grant (per noi Christian De Sica), scelto da Lord e dal co-regista Jeff Newitt per i suoi tempi comici e la capacità di mantenere un tono che fosse borioso, prepotente, ma anche costantemente allegro. “E’ un ottimista, e proprio per questo motivo, l’equipaggio è sempre dalla sua parte – dice Hugh Grant - Ama la sua ciurma, il pappagallo della nave ed è molto orgoglioso della sua folta barba.” Pirati! Briganti da strapazzo è stato realizzato in stile stop motion, praticamente marchio di fabbrica della Aardman, tecnologia grazie alla quale ha portato a casa ben quattro premi Oscar.

 

“Possiamo dire che realizziamo l’animazione nello stesso modo in cui lo abbiamo fatto negli ultimi 50 anni – puntualizza Lord - ma qui abbiamo utilizzato anche gli effetti visivi e l’animazione computerizzata. Abbiamo preso la nave dei pirati e l’abbiamo messa sopra ad un mare realizzato in CG, unendo il meglio di entrambe le tecnologie.Non so se esista uno stile Aardman in termini di design, ma certamente esiste in termini di impegno nel creare e costruire con abilità e perizia.” Per questo film sono state costruite 6.818 bocche per i pupazzi, (1.364 per il solo Capitano) e 257 forme diverse per riprodurre l’atteggiamento della bocca nel linguaggio e per le varie reazioni. Ogni bocca è stata prima disegnata al computer e completata con i denti e la lingua e poi è stata “stampata” con una stampante 3D Rapid Prototyping. La nave è invece stata realizzata interamente a mano, in nientemeno che 5.000 ore di lavoro. Nel cast vocale originale Ashley Jensen, David Tennant, Imelda Staunton (doppiata per l’Italia da Luciana Littizzetto), Brendan Gleeson e Martin Freeman!

 

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE