questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Lorax - Il guardiano della foresta

Locandina del film Lorax - Il guardiano della foresta
TRAILER Fermo immagine del trailer
Lorax - Il guardiano della foresta
(The Lorax, 2012, Usa)

Dai creatori di Cattivissimo me e dalla ‘fantasia’ del Dr. Seuss, arriva un’altra perla: Lorax - Il Guardiano della Foresta, un film divertente, intelligente e necessario. Per non dimenticarci mai il rispetto verso il mondo in cui viviamo. Un film, veramente, per tutti!

 

Ted è un ragazzino, gentile, perbene e molto intelligente che vive con una nonna, che sembra, un po’ suonata, e una madre piuttosto invadente, nella ridente cittadina di Thneedville. Ted è anche molto innamorato. Audrey è la fortunata, una ragazza sensibile e caratterialmente molto vicino a lui, solo un po’ più grandicella. Proprio per questo il piccolo uomo è sempre alla ricerca di  qualcosa che possa tornargli utile per conquistare definitivamente il cuore dell’amata. Ma sarà lei a dirle quel che vuole: un albero. Eh sì, perché il nostro eroe, vive in un mondo completamente sorvegliato, in una prigione di massima sicurezza dove tutto è finto. Il cibo, i prati e gli alberi. Gli abitanti di Thneedville vivono in una sorta di mega centro commerciale dove tutto si compra, anche l’aria fresca per respirare. Sarà, quindi, l’amore per Audrey che lo spingerà a fuggire da quella ‘città prigione’, andare oltre i confini, e scoprire che un altro mondo esiste. Ovvero l’universo sorvegliato da Lorax, un buffo e un po’ scorbutico, guardiano della Valle di Truffula dove ci sono alberi pelosi, animali, campi nei quali correre. Dove tutto è vero. E dal rapporto tra Ted e Lorax, ha inizio la storia...

 

Tratto dall’omonimo libro di Theodor Geisel, conosciuto come il Dr. Seuss, The Lorax, la pellicola, oltre che essere estremamente piacevole e divertente, ha un potentissimo messaggio politico ed ecologista, che potremmo definire profetico. Seuss scriveva per i bambini, per i ragazzi, e Lorax lo ha scritto nel 1971 e quello che racconta è paragonabile ad un 1984 di George Orwell. Lorax emoziona e con tante risate e molte canzoni mette in evidenza l’importanza dell’equilibrio tra natura e progresso, tra chi sfrutta la prima per i privilegi di pochi. E’ proprio attraverso il personaggio di Lorax, esilarante ed amabile personaggio nonostante la sua rabbia verso il genere umano che ha distrutto il suo ambiente, che il pubblico percepisce il messaggio ecologico e politico del film. I bambini, chiaramente, rimarranno più incantanti dagli straordinari disegni e caratterizzazioni dei personaggi, e dalle loro bizzarrie, mentre gli adulti vedranno anche il forte e terribile avvertimento che il film vuole dare. Lorax protegge gli alberi, gli animali, ogni creatura vivente e quando incontra Onceler, un cattivo involontario, un superficiale senza saperlo, che taglia uno dei suoi tronchi emerge la furia del folletto che mette in guardia l’ambizioso imprenditore.

 

Girato in 3D, Lorax - Il Guardiano della Foresta è una creatura del produttore Chris Meledandri (Cattivissimo me, Hop) che aveva già avuto a che fare con la letteratura del Dr. Seuss per il film: Ortone e il mondo dei Chi. “La genesi della decisione di fare Lorax – ha affermato Meledandri – nasce dal mio grande amore per il lavoro di Ted Geisel ovvero il Dr. Seuss. In realtà è stata sua moglie Audrey a spingerci verso questa pellicola pensandola come un follow-up di Ortone e il mondo dei Chi. Mi ha raccontato che Lorax è un libro che il marito ha dedicato a lei, proprio perché sapeva che aveva un amore particolare per la natura e quindi era sicuro che il tema della storia le sarebbe piaciuto. Quindi, io e i miei soci, in particolare i miei sceneggiatori storici Cinco Paul e Ken Daurio, ci siamo ritrovati di fronte ad un materiale al quale eravamo onorati nel potergli dare vita ma, altrettanto, impauriti di non essere in grado di rispettare in pieno le caratteristiche di Seuss. Poi ci siamo lasciati tutte le paure alle spalle e abbiamo pensato alla fortuna che ci stava capitando. Dr. Seuss aveva una tra le più fervide immaginazioni di tutti quelli che hanno vissuto e lavorato nel XX° Secolo. I suoi mondi sono giocosi, bizzarri e fantasiosi e i suoi personaggi esercitano un fascino immediato. Ha scritto queste storie deliziose, che hanno però dentro idee e tematiche che sono assolutamente senza tempo e sempre di straordinaria importanza”. Aggiunge il regista Chris Renaud, già al timone di Cattivissimo me: “Io ho accettato immediatamente la sfida dato che i libri di Seuss ci insegnano ad essere consapevoli dell’esistenza di un pianeta che è più grande di noi, e che ogni persona può fare la differenza. Questa è una cosa che se ti viene insegnata da piccolo non ti abbandonerà mai. Se impariamo questa lezione da bambini, non potremo che essere genitori migliori e avere una relazione più completa con i nostri figli. Nascerà uno scambio continuo tra noi e loro: costruttivo, divertente e rilassato”.

 

Un film importante, che dovrebbero vedere tutti, perché dato che noi umani abbiamo la straordinaria capacità di distruggere questa Terra che ci ospita, in Lorax è fortissimo il concetto di rispetto dell’ambiente e di sé stessi, per potersi considerare una ‘persona’. Una persona che sa divertirsi grazie alla simpatia dei personaggi, dei doppiatori, da Danny DeVito che è Lorax anche nella versione italiana mentre il cantante Marco Mengoni è Onceler. E, a proposito di cantanti, la musica, fondamentale nel film, a cominciare dall’inno della rinascita, ‘Let It Grow’, rifatta sulla musica della fantastica ‘Let It Be’ dei Beatles.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE