questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Una notte da leoni 2

Locandina del film Una notte da leoni 2
TRAILER Fermo immagine del trailer
Una notte da leoni 2
(The Hangover Part II, 2011, Usa)

Memori (o quasi) dei disastri compiuti durante la festa di addio al celibato a Las Vegas del primo episodio, per il nuovo matrimonio i quattro amici si sono trasferiti a Bangkok ed hanno deciso di darsi una calmata. Ma il destino è beffardo.

Per Phil (Bradley Cooper), Stu (Ed Helms), Alan (Zach Galifianakis) e Doug (Justin Bartha) c'è un nuovo matrimonio in programma. Di Las Vegas, dopo le precedenti disavventure, non se ne parla nemmeno. Onde evitare di ripetere il clamoroso precedente, Stu per il proprio matrimonio ha optato per una nuova destinazione: l'esotica e romantica Thailandia. Una festa molto semplice, con un sobrio brunch pre-matrimoniale da festeggiare in un ristorante carino ma senza troppe pretese insieme a parenti e amici. Il ragazzotto che perse un dente durante quella famigerata notte a Las Vegas, della quale giura di non ricordare nulla – come per altro i suoi tre sodali compagni di avventura - non tiene però conto che il destino è beffardo. E, se quello che successe a Las Vegas è rimasto a Las Vegas, ciò che può accadere a Bangkok è semplicemente inimmaginabile…

Se nel primo film tutto partiva dall’addio al celibato di Doug, interpretato da Justin Bartha, questa volta è Stu che ha deciso di mettere la testa a posto e sposarsi. Così insieme ad i suoi inseparabili amici Phil, Alan e Doug partono per Bangkok dato che la promessa sposa, la new entry Jamie Chung, è originaria della capitale della Thailandia. Ma come nel primo episodio i quattro svitati si ritrovano su un tetto di uno scalcinato albergo della città, a brindare, e da lì parte una nuova sconvolgente notte da leoni, in un delirio di situazioni allucinanti talmente oltre, da riformare i canoni della commedia dell'eccesso. 

Squadra che vince non si cambia! Dopo il successo planetario del primo episodio, Todd Phillips torna dietro la macchina da presa e firma la sceneggiatura insieme ai sodali Craig Mazin e Scot Armstrong oltre a riunire un cast di attori veramente straordinari. Bradley Cooper, Ed Helms, Zach Galifianakis  e Justin Bartha formano lo sgangherato quartetto di amici, e se nel primo film c’era un indimenticabile cameo con Mike Tyson, questa volta li vedrete alle prese con Nick Cassavetes. Se Una notte da leoni è diventato giustamente un caso perché ha entusiasmato critica e pubblico, aspettatevi altrettanto. Todd Phillips ha la capacità di costruire commedie, che si prendono in giro con estrema intelligenza e senza paura di eccedere in ogni direzione possibile, concedendosi qualsiasi sbandata e svelando piano piano, ma mai del tutto, i misteri che riguardano i protagonisti. Toccando, in alcuni momenti, e con alcune scene, vette comiche notevoli.

La scomparsa di un fratello  (della sposa), una scimmia che indossa un giubbotto di jeans, Stu che si sveglia con un enorme tatuaggio etnico stampato sul viso, Alan completamente rasato, Phil rincoglionito e Doug che non si sa mai dov’è... in tutto ciò ritorna anche Mister Chow che continua a perseguitarli con la sua gang. 

Gossip

Si vocifera che il compenso per i quattro protagonisti si aggiri sui cinque milioni di dollari a persona. A questo punto si spiega la rinuncia di Bradley Cooper che era stato contattato dalla McG per la romcom “This means war”. Meglio un'altra notte da leoni! 

Pare che, ma la voce è stata smentita seccamente, l'ex Presidente degli Stati Uniti Bill Clinton fosse stato contattato per un cameo. Di certo non se n'è fatto niente, anche se l'ex Presidente, in visita a Bangkok per una Conferenza, ha fatto una visita sul set. Non e chiaro se Todd Phillips intendeva far interpretare a Clinton il personaggio del fantomatico tatuatore irlandese, che rovina la faccia di Stu. Certo è che per quel personaggio c'è stata una girandola notevole di star. Al'inizio il candidato era nientemeno che Mel Gibson, ma di fronte all'ipotesi di avere l'irascibile e controverso attore sul set, gran parte del cast della selvaggia commedia era insorto. Poi è arrivato Liam Neeson. Ma la scena dell'attore irlandese è stata tagliata dal regista, deciso a girarla da capo. Ma Neeson non era più disponibile perché ormai impegnato sul set di Wrath of the Titans. Finalmente al suo posto è stato chiamato l'attore e regista Nick Cassavetes. "E' venuto e si è divertito moltissimo  - ha detto il regista - e alla fine è questa la scena che vedrete nel film".

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE