questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Paradiso Amaro

Locandina del film Paradiso Amaro
TRAILER Fermo immagine del trailer
Paradiso Amaro
(The Descendants, 2011, USA)

Matt King (George Clooney), è padre di due figlie, una adolescente e una più piccola, e ha sua moglie in coma a causa di un incidente avvenuto in mare. L’uomo non è mai stato troppo presente nella vita della famiglia, sempre preso dal lavoro, e dai suoi avi che posseggono buona parte di terreni delle isole Hawaii. Mentre la moglie è in agonia la figlia adolescente, con rabbia, confessa al padre che la madre ha un amante da molto tempo. Da quel momento Matt si mette in viaggio con le sue figlie, obiettivo: scoprire chi è stato l’amante di sua moglie. Il tempo che passeranno insieme servirà a far rivalutare all’uomo tutta una serie di valori che ha dato, troppo spesso per scontati, e farà in modo di rivoluzionare la sua esistenza e quella delle due ragazze.

 

Tratto dall'omonimo romanzo di Kauai Hart Hemmings.


Sette anni dopo i vigneti della California di Sideways (allora il protagonista era Paul Giamatti) Payne sceglie ancora una volta un luogo esotico e dalla natura lussureggiante ovvero le isole Hawaii come cornice di un dramma individuale ancora più stridente di fronte alla maestosità della natura, affidandosi totalmente al carisma di George Clooney per articolare la storia di un piccolo uomo cui improvvisamente cade il mondo addosso.

 

Matt King, il personaggio interpretato da George Clooney, ricalca i personaggi descritti da Alexander Payne nei suoi precedenti film: un uomo con molti difetti e che cerca di barcamenarsi in un mondo tutt'altro che perfetto. Un personaggio apparentato all’invidioso insegnante interpretato da Matthew Broderick in Election, al pessimista pensionato dal volto di Jack Nicholson in A proposito di Schmidt, ed al turista pasticcione di mezza età in viaggio fra i vigneti della California, impersonato da Paul Giamatti in Sideways. Nemmeno King è l’uomo che vorrebbe essere. Ha due figlie ribelli che non si fidano di lui, una moglie che lo tradiva e una schiera di parenti squattrinati che non aspettano altro che mettere le mani sul suo patrimonio. La sua vita problematica si contrappone al suggestivo ambiente naturale in cui vive, creando un netto contrasto con il suo tumulto interiore. Le vicende personali conducono Matt ad un brusco risveglio, scomodo, comico e persino assurdo, ma che cambierà per sempre la sua idea dell’amore, della paternità e di cosa significa essere un uomo.

 

Alexander Payne ha sempre avuto un debole per queste situazioni della vita quotidiana, che sono allo stesso tempo comiche, terribili e rivelatrici. Quando il regista ha letto l’apprezzato romanzo di esordio di Kaui Hart Hemmings, The Descendants, è rimasto immediatamente catturato dai suoi forti contrasti. Ecco il ritratto di un uomo che ha ricevuto una notizia devastante, circondato da persone problematiche e difficili, costretto a prendere decisioni impossibili che avranno importanti ripercussioni sulla sua vita.

 

Nel suo libro, Kaui Hart Hemmings ha saputo amalgamare la cultura hawaiana con la storia di un uomo in crisi, alla ricerca di un riscatto morale. Anche l’autrice è cresciuta in una famiglia hawaiana non convenzionale: il suo patrigno era Fred Hemmings Jr., un noto politico del posto nonché campione di surf. Nei suoi racconti la scrittrice ha sempre trattato i temi della famiglia, della terra, del passato e dell’eredità. The Descendants è nato come racconto breve (pubblicato con il titolo “The Minor Wars”), che inizialmente la Hemmings aveva narrato dal punto di vista della figlia minore Scottie, ma che in seguito ha deciso di raccontare dalla prospettiva maschile e matura di Matt King, con un approccio audace e innovativo per una scrittrice. Questa decisione ha cambiato tutto. La storia e il romanzo non erano più incentrati esclusivamente su un clan di feroci individualisti concentrati solo sui propri interessi, ma su un padre che impara a conoscere e a fidarsi della sua famiglia.

Candidato Miglior Film
Candidato Miglior Regia
Candidato Miglior Attore
Candidato Miglior Sceneggiatura non originale
Candidato Miglior Montaggio
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE