questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

L’Ora Nera

Locandina del film L’Ora Nera
TRAILER Fermo immagine del trailer
L’Ora Nera
(The Darkest Hour, 2011, Usa)

Mentre un gruppo di giovani turisti americani è in vacanza a Mosca una misteriosa razza di alieni invade la città e il resto del mondo. Gli alieni vogliono appropriarsi di tutte le fonti energetiche del pianeta, eliminando ogni forma di vita dalla sua superficie. I giovani turisti decidono di reagire.  Ma c'è un problema: gli extraterrestri sono praticamente invisibili.

Arrivati nel bel mezzo di una strana tempesta luminosa, i giovani imprenditori della new economy Sean (Emile Hirsch) e Ben (Max Minghella) atterrano nella capitale russa per inseguire i loro sogni milionari in questo centro internazionale pieno di soldi, ma anche di spietati uomini d’affari. Al contempo Natalie (Olivia Thirlby) e Anne (Rachael Taylor), giunte a Mosca per via di una sosta non prevista nel loro viaggio, cercano di sfruttare l’occasione per divertirsi. I quattro si incontrano nel nightclub Zvezda, il locale di tendenza per gli stranieri e le bellezze di Mosca, dove conoscono Skylar (Joel Kinnaman), l’uomo d’affari svedese che ha imbrogliato Sean e Ben. Ma il club si trasforma in un luogo di terrore, quando gli alieni invadono la Terra e tutto scivola nell’oscurità. Sopravvissuti all’attacco iniziale i cinque si ritrovano in una città priva di energia elettrica e di abitanti, e di qualsiasi forma di vita se non per una forza di occupazione sconosciuta. Gli alieni, composti da energia elettromagnetica, uccidono brutalmente le forme di vita terrestri facendole a pezzi, approfittando della loro sostanziale invisibilità. Muoversi con la luce del giorno è troppo pericoloso, quindi i sopravvissuti scelgono di viaggiare in città sfruttando il buio della notte, affrontando situazioni in cui non è rimasto più nulla di familiare....
La pellicola, che ha delle similitudini stilistiche con 28 Giorni Dopo, è stata realizzata con un budget di circa 40 milioni di dollari ed è incentrata sulla lotta per la sopravvivenza di un gruppo di ragazzi americani, turisti a Mosca sorpresi da un’invasione aliena. Le riprese sono state realizzate a Mosca, per la regia di Chris Gorak mentre la sceneggiatura è stata curata da Jon Spaihts.
“Ero eccitato dalla rivoluzione che questo progetto apporta al genere horror... la luce è più pericolosa del buio”, spiega Gorak. “In questo tipo di pellicole, l’oscurità di solito suscita più paura, ma considerando che gli alieni sono invisibili e che fanno scattare delle luci mentre si avvicinano, questo chiarore rappresenta un segno di pericolo. Insomma, è più sicuro viaggiare di notte, evitando la luce e rimanendo nell’oscurità. E’ il giorno che fa paura”.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE