questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Il cavaliere oscuro - Il ritorno

Locandina del film Il cavaliere oscuro - Il ritorno
TRAILER Fermo immagine del trailer
Il cavaliere oscuro - Il ritorno
(The Dark Knight Rises, 2012, Usa)

Dopo Il cavaliere Oscuro era difficile volare più alto. Nolan c'è riuscito, realizzando il più colossale, emozionante e intenso film della storia dei supereroi. Una degna conclusione di una leggenda.

Sono passati otto anni da quando Bruce Wayne (Bale), per riportare armonia a Gotham City, si è addossato la colpa per i crimini del procuratore Harvey Dent. Wayne sta ancora riprendendosi dalla fatica fisica e psicologica dell'epica battaglia contro The Joker (interpretato dall'indimenticabile Heath Ledger). Lo scontro ha lasciato molte ferite aperte: anche con Alfred (Caine), il fidato e storico maggiordomo. Ma Wayne non può più permettersi di restare in isolamento, perché su Gotham incombe una nuova minaccia: si tratta di Bane, un terrorista brutale con tanto di viso mascherato, e con un piano geniale per gettare il mondo - e prima ancora Bruce Wayne - sul lastrico. Nello scontro mortale tra i due si inseriscono arditamente due donne: Selina Kyle ovvero Catwoman (Hathaway) una nemica storica di Batman dal fascino misterioso e ambiguo, e la misteriosa miliardaria Miranda Tate (Marillon Cotillard). Due presenze affascinanti e pericolose che porteranno un gioco di seduzione e attrazione all'interno di una storia destinata ad avere un memorabile ed epico finale.

 

In una Gotham City apparentemente liberata dal crimine organizzato, grazie anche al sacrificio del nome e della fama di Batman - accusato, alla fine del precedente film dell’omicidio del paladino della giustizia, il procuratore Harvey Dent, che in verità era il cattivo di turno - la vita procede, fino a quando non si presenta una nuova minaccia, che coglierà impreparato l’eroe, inattivo da oltre otto anni e anche piuttosto depresso. “Batman è un personaggio dal lato oscuro – ha affermato il protagonista Christian Bale – più simile alla natura umana di qualsiasi supereroe, proprio perché non è un supereroe, ma un uomo ferito. E’ sempre sul filo del rasoio, sempre al limite tra il bene e il male e potrebbe tranquillamente essere il ‘cattivo’ del film. Il pubblico lo ama perché ne capisce le ragioni e la sofferenza, ed apprezza il suo altruismo e la sua capacità di fermarsi al momento giusto”. L'arcinemico di turno è il carismatico terrorista Bane: “Per avere un buon cattivo  - ha dichiarato il regista Christopher Nolan - hai bisogno di un archetipo, di un estremo di qualche genere di cattiveria. E se il Joker era l'anarchia e il caos con un diabolico senso dell'umorismo, Bane ha qualcosa che non abbiamo ancora visto al cinema. E' un mostro a suo modo classico ma con un incredibile cervello e, devo dire, che Tom Hardy ha fatto un lavoro fisico e psicologico pazzesco”.

 

 

'The Legend Ends', qui finisce la storia, almeno per quanto concerne Christopher Nolan e la sua troupe – di un personaggio nato all'incirca settant'anni fa quando il disegnatore Bob Kane creò l'immortale icona dell'uomo pipistrello, su testi di Bill Finger. Batman è il più tenebroso fra i supereroi, è unico proprio perché non ha nulla di sovrumano, non ha superpoteri, è uno che non ha mai preso scorciatoie. Combatte il crimine per un profondo senso della giustizia, ma soprattutto nel disperato tentativo di placare la sua psiche, tormentata dal trauma di avere assistito da bambino all'omicidio dei propri genitori. Un eroe triste, dotato di intelligenza fuori dall'ordinario, di grande forza fisica e di mezzi straordinari, che il suo fidato amministratore (Morgan Freeman) a capo del suo impero economico, gli mette a disposizione.  

In questo ultimo capitolo, oltre a personaggi nuovi come il granitico Bane interpretato da Tom Hardy e la sinuosa Catwoman interpretata da Anne Hathaway, ritroviamo Liam Neeson nei panni di Ra's al Ghul, il capo della lega degli assassini che vede la razza umana come una sorta di errore biologico e conosciuto in Batman Begins. Gary Oldman è ancora il commissario Gordon mentre tra le new entry ci sono Joseph Gordon-Levitt ovvero il poliziotto John Blake e Marion Cotillard che è Miranda Tate, misteriosa miliardaria e filantropa, che riesce a convincere Wayne ad accettare il suo aiuto.

 

 

 

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE