questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Sul mare

Locandina del film Sul mare
Sul mare
(Sul mare, 2010, Italia)

Tratto dal romanzo di Anna Pavignano, collaboratrice per lungo tempo di Massimo Troisi, è la delicata e improbabile storia di un giovane amore ambientato nell’isola di Ventotene.


Salvatore (Dario Castiglio) ama il mare, ha quasi vent’anni e una barca con cui porta la gente a visitare la sua isola, Ventotene. Ha una vita leggera, scanzonata, libera. D’inverno, quando non ci sono più i turisti, va a lavorare come muratore nei cantieri sulla terraferma. Così, come dice lui stesso, si ritrova a condurre una vita come i “materassi”: con un lato estivo e uno invernale. Un giorno conosce Martina (Martina Codecasa), una turista di Genova venuta sull’isola per fare immersioni. I due si innamorano e vivono una struggente storia d’amore. La passione di Salvatore per la ragazza è totale e profonda, diventa tutta la sua vita, il centro di ogni suo pensiero. L’amore fa nascere nel giovane la voglia di dare nuove prospettive alla sua esistenza.

Pieno di progetti di vita e d’amore, Salvatore vive un breve momento di pienezza e di felicità totale fino a quando Martina si rende irreperibile…


Interamente prodotto a basso costo dalla Buddy Gang dello stesso Alessandro D'Alatri utilizzando attori poco conosciuti, Sul mare, come spiega lo stesso regista: "Narra del senso di inadeguatezza che sento in giro e che corrode i rapporti. Il divario tra ricchi e poveri sta nuovamente aumentando. Stanno nascendo pian piano nuove caste, le distanze tra le persone aumentano e l'impossibilità di una storia d'amore tra due ragazzi che appartengono a ceti differenti è quasi scontata". Arrivato al suo settimo film, autoprodotto e a basso budget, 700mila euro, troupe ridotta all’osso, attori sconosciuti e riprese in digitale, D’Alatri è entusiasta di questa sua scelta: “La vera forza del basso costo è la libertà espressiva. Qui in Italia facciamo un cinema spesso faraonico nell’impianto e deludente nei risultati. Avevo voglia di giocare, di sentirmi leggero, libero da troupe affollate e tegole sindacali, all’insegna di una flessibilità creativa. Con Sul mare cambio musica, voglio tirarmi completamente fuori dal ricatto di quei dieci nomi famosi che alzano i costi in modo immorale e rendono il nostro cinema sempre uguale a se stesso."



VOTO
 

BATTUTE DAL FILM

  • "Non m'è mai piaciuto fare una vita con un lato invernale e uno estivo. Mi sembre d'essere un materasso" Salvatore si racconta.
  • "Ma dove lo trovo un lavoro così, che mentre lavoro dormo e per di più cullato dal mare? E poi ho la libertà, che per me è la prima cosa" Dario Castiglio, protagonista (in)dolente ci svela il segreto della sua filosofia di vita
  • "Non mi è mai piaciuto fare una vita con un lato invernale e uno estivo, mi sembra d'essere un materasso" Il lato oscuro della vita del protagonista
  • "Di dove sei tu?"
    "Camerun. E tu?"
    "No, io più vicino, Ventotene"
    Chiacchierata tra il protagonista e un operaio di colore, in pausa
  • "Toste fuori e dolci dentro. Ecco, mi piacciono le femmine così" Castiglio, come al solito, è di poche pretese...

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE