questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Biancaneve e il Cacciatore

Locandina del film Biancaneve e il Cacciatore
Biancaneve e il Cacciatore
(Snow White and the Huntsman, 2011, Usa)

I fratelli Grimm secondo Rupert Sanders. La dolce principessa dalla pelle d’alabastro si trasforma in una guerriera con l’aiuto di un aitante cacciatore e degli immancabili nani. Contro di lei una terrificante seppur bellissima Regina Cattiva, l’implacabile Ravenna interpretata da Charlize Theron.


Ossessionata dalla propria bellezza e dalla paura di invecchiare, la perfida Regina Ravenna si nutre del cuore di anime innocenti, interrogando costantemente uno specchio magico su cosa le riservi il destino. Quando l’oggetto incantato la mette in guardia sulla figliastra Biancaneve, destinata a superarla in bellezza, Ravenna impazzisce e decide di nutrirsi del cuore della giovane. Biancaneve riesce però a fuggire nella foresta nera, dove riesce miracolosamente a scampare a mille pericoli. La Regina decide dunque di mettere sulle sue tracce un abile Cacciatore, promettendogli in cambio la ‘resurrezione’ attraverso la magia nera, della moglie defunta. Trovata Biancaneve l’uomo si accorge però dell’innocenza della ragazza e decide di risparmiarla. Messo in guardia sul suo destino di prescelta per la salvezza dell’umanità dalla cattiveria di Ravenna, dai nani, il Cacciatore decide di iniziare la ragazza all’arte della guerra, per aiutarla a riprendere ciò che è suo…

 

Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?”. Tra le varie citazioni cinematografiche, l’immortale frase della Regina Cattiva è una delle più conosciute. A pronunciarla questa volta è Charlize Theron, che nonostante l’aspetto angelico riesce a conferire alla sua perfida Ravenna, un aspetto glaciale e terrorizzante. Se la Biancaneve di Tarsem Singh con Julia Roberts si è distinta per la coloratissima scenografia ed una trama attira bambini, ci sarà da tremare con Biancaneve e il cacciatore, perché Rupert Sanders ne ha fatto un adattamento che è più dalle parti di Giovanna D’Arco e Il Signore degli anelli, che del cartoon Disney del 1937. “ E’ un film dal cuore grande che piacerà a tutti quelli che non guardano all’aspetto esteriore – afferma Kirsten Stewart – E’ una storia semplice, ma che colpisce duro”. Lunga la fase di casting per i tre protagonisti: la Stewart ha sbaragliato la concorrenza di colleghe come Riley Keough, Felicity Jones, Bella Heathcote e Alicia Vikander, mentre per il ruolo della Regina, andato a Charlize Theron, era stata inizialmente selezionata Wynona Ryder. Diversa la scelta del Cacciatore: nelle intenzioni della produzione il mentore della giovane Biancaneve avrebbe dovuto essere più maturo: per questo motivo si era pensato a Michael Fassbender, Hugh Jackman, Gary Oldman. Dopo il rifiuto di tutti e tre gli attori si è deciso quindi di rendere il Cacciatore più giovane (forse per creare anche un triangolo amoroso con il Principe Sam Claflin?), nella fattispecie Chris Hemsworth, noto al grande pubblico per essere il dio norreno Thor nei cinecomic Marvel. Per calarsi nella parte la Stewart ha dovuto sottoporsi a molte ore di allenamento, a suo dire molto entusiasmanti. “ Ad un certo punto dovevo dare una sberla a Chris – ha raccontato divertita – e ci sono andata così pesante da farlo cadere a terra!”.

 

Otto e non sette i nani, interpretati da Ian McShane, Ray Winstone, Bob Hoskins, Toby Jones, Eddie Marsan, Stephen Graham, Nick Frost e Dave Legeno. Per questi ultimi il lavoro è stato particolare, perché optando per attori di statura normale, si è dovuto intervenire con una dose massiccia di computer grafica, utilizzata anche per una resa realistica della Foresta Nera. Le riprese si sono svolte in gran parte presso i Pinewood Studios di Londra e sulle spiagge del Galles. Interrogata sulle differenze tra questa pellicola e quella di Tarsem Singh e sull’inevitabile confronto con la Regina Julia Roberts, la Theron ha commentato: “La nostra versione è gotica, violenta, oscura. La mia Regina è di una malvagità psicotica, il cacciatore, un vedovo alcolizzato mentre la Biancaneve di Kristen è una versione medioevale di Katniss Everdeen di Hunger Games”. Nelle intenzioni della produzione la pellicola potrebbe dar vita ad una sorta di franchise, con il Cacciatore sempre presente come comprimario. Tutto dipenderà dall’accoglienza al botteghino. Preparatevi: Biancaneve ‘principessa guerriera’, potrebbe farci compagnia per altri due capitoli…

 

 

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE