questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Senna

Locandina del film Senna
TRAILER Fermo immagine del trailer
Senna
(Senna, 2010, Gran Bretagna)
Un documentario per ripercorrere la storia del grande Ayrton Senna: le sue imprese in Formula 1, la sua generosità dentro e fuori dai circuiti, che l’hanno reso il pilota più amato della storia dell’automobilismo. La sua morte prematura, durante il Gran Premio di San Marino del 1994, l’ha strappato violentemente a tutte le persone che l’amavano come pilota, ma soprattutto come persona.

 

 

Per il produttore Eric Fellner, co-presidente della Working Title, SENNA si è dimostrato un vero atto d’amore ed ha arricchito la società di una nuova dimensione, essendo il suo primo documentario. “Sono stato un appassionato di Formula 1 per un po’ di tempo, come tanta altra gente, poi l’entusiasmo mi è passato, ma in quel periodo tra la metà degli anni Ottanta e quella degli anni Novanta, ero totalmente affascinato e incuriosito dalla Formula Uno”, ha affermato Fellner. “Abbiamo provato a realizzare un film su Hesketh, dedicando molto tempo e denaro a quel progetto che però non decollò. Desideravo tanto fare un film su quel mondo ed avevamo parlato con Bernie Ecclestone per cercare di trovare un angolo per raccontarlo, ma senza successo. Non avevamo mai realizzato un documentario prima, e questo ci è sembrato il media migliore per raccontare il mondo della Formula Uno.

 

Quando i produttori hanno preso a bordo il regista Asif Kapadia, sapevano che stavano ingaggiando un filmaker di talento. Regista dei film ‘The Warrior’, vincitore del premio BAFTA e del thriller ‘Far North’, Kapadia si è diplomato presso il Royal College of Art, ed ha un occhio molto particolare per la composizione. “Ho accettato con grande entusiamo questa sfida – continua il regista – anche se non sapevo nulla di Senna e della Formula 1 in generale. Mi sono documentato, la produzione mi ha fornito di tutto ciò che mi serviva e ho capito subito che Senna era un pilota fuori dal comune, con questo lato spirituale del tutto speciale, una cosa assolutamente affascinante. Quindi si trattava di spogliare la storia di tutto ciò che non era essenziale e fare in modo che anche chi non sapeva nulla dell’argomento – come il sottoscritto all’inizio -, o qualcuno che non avesse mai sentito parlare di Senna, potesse godersi il film, comprendendo il personaggio e lasciandosi commuovere dalla sua storia. Dalle reazioni del pubblico alle proiezioni penso che ci siamo riusciti. Questo era il minimo che si poteva fare per l’uomo che è stato”.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE