questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Scialla

Locandina del film Scialla
TRAILER Fermo immagine del trailer
Scialla
(Scialla, 2011, Italia)

Un padre ed un figlio che non si conoscono – tutti e due a loro modo ‘borderline’ - sono costretti ad una convivenza forzata di alcuni mesi, durante i quali impareranno molte cose l’uno dall’altro.

 

Bruno Beltrame ha tirato i remi in barca, e da un bel po’. Del suo antico talento di scrittore è rimasto quel poco che gli basta per scrivere su commissione “i libri degli altri”, le biografie di calciatori e personaggi della televisione (attualmente sta scrivendo quella di Tina, famosa pornostar slovacca divenuta produttrice di film hard); la sua passione per l’insegnamento ha lasciato il posto ad uno svogliato tran-tran di ripetizioni a domicilio a studenti altrettanto svogliati, fra i quali spicca il quindicenne Luca, ignorante come gli altri, ma vitale ed irriverente. Un bel giorno la madre del ragazzo si fa viva, come un fantasma dal passato, con una rivelazione che butta all’aria la vita di Bruno: Luca è suo figlio, un figlio di cui ignorava l’esistenza. Non solo: la donna è in procinto di partire per un lavoro di sei mesi in Africa, e il ragazzo non può e non vuole certo seguirla laggiù. La donna chiede a Bruno di ospitare a casa sua il figlio, e di prendersi cura di lui, ma senza rivelargli la sua vera identità. Inizia così una convivenza improbabile fra l’apatico ex-professore e l’inquieto adolescente, sei mesi durante i quali Luca si troverà a confrontarsi con una figura maschile adulta e Bruno, suo malgrado, non potrà fare a meno di prendersi cura di quel figlio segreto, che oltretutto sembra destinato ad infilarsi in un grosso guaio...

 

Dopo averne scritte tante e bene di sceneggiature per altri (in particolare Paolo Virzì), Francesco Bruni, ha trovato un produttore (Beppe Caschetto) che gli ha lasciato scrivere una commedia tutta per sé che ha anche diretto. E il suo debutto nella regia con Scialla gli ha donato il Premio come Miglior Film nella Sezione Controcampo Italiano alla 68° Mostra del Cinema di Venezia. Il titolo proviene da un modo gergale del linguaggio dei ragazzi ma è anche uno stile e filosofia di vita. Bruni ha affermato di averlo rubato a suo figlio di 17anni che continuamente lo incita a ‘prenderla con calma’. E questo modo di vedere le cose ha ispirato questa riuscita commedia nella quale il neo-regista ha infilato parecchi elementi. Come ha detto lui: la lezione del suo maestro Furio Scarpelli (“applicare uno sguardo umoristico alle cose serie”); una storia scritta per Fabrizio Bentivoglio (“uno che mi piace molto perché si prende i suoi tempi, con una comicità alla Bill Murray) e un approccio alla regia naturalmente ‘scialla’, “tenendo sempre bassa l’asticella della tecnica, mirando ad uno stile semplice e pacato”. Ne è venuta fuori la storia di un incontro fra un padre ed un figlio che non si conoscono e sono costretti a vivere sotto lo stesso tetto. Il film studia i caratteri, sfiora il dramma, moltiplica le sorprese, chiude con comprensione e cambiamenti. Un gran bell’esordio, come pure quello di Filippo Scicchitano che interpreta Luca. Anche per lui una prima volta. Sullo schermo.

 

Accanto a Fabrizio Bentivoglio completano il cast Barbora Bobulova, Vinicio Marchioni e l’esordiente Filippo Scicchitano. Scialla è prodotto da ITC Movie in collaborazione con Rai Cinema.

 

Miglior Film al Festival di Venezia 2011 nella sezione Controcampo Italiano.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE