questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Le Belve

Locandina del film Le Belve
TRAILER Fermo immagine del trailer
Le Belve
(Savages, 2012, Usa)

Oliver Stone ama definirsi ‘agitatore di emozioni’ e non regista ‘provocatore’. Con Le Belve entriamo nel mondo di un triangolo amoroso, tra due giovani ragazzi e una bellissima ragazza, coltivatori di marijuana che si troveranno a scontrarsi con quelli del cartello di Tijuana. Sesso, violenza, droga… con la firma del regista di Assassini nati.

 

Due imprenditori di Laguna Beach, Ben (Johnson), pacifico e caritatevole buddista, e il suo migliore amico Chon (Kitsch), ex Navy Seal ed ex mercenario, conducono una lucrativa attività fatta in casa, producendo la migliore marijuana mai coltivata prima d'ora. Condividono inoltre un amore unico nel suo genere per la bellissima, O, che sta per Ophelia (Lively). La vita è idilliaca nella loro cittadina nel sud della California, almeno fino a quando il cartello dei trafficanti della Mexican Baja decide di irrompere nei loro piani imponendosi come socio. Quando Donna Elena (Hayek), lo spietato capo del cartello, e Lado (Del Toro), il suo feroce scagnozzo, sottovalutano l'infrangibile legame che tiene uniti i tre amici, Ben e Chon, attraverso l'ambiguo aiuto di un viscido agente della DEA (Drug Enforcement Administration), Dennis (Travolta), scatenano una battaglia, a prima vista già persa, contro il cartello. Da quel momento ha inizio una serie di piani e manovre ad altissimo rischio, in un selvaggio scontro di volontà.

 

Oliver Stone, tre volte Premio Oscar, si è innamorato del romanzo di Savages di Don Winslow, ex detective definito da molti l’erede di James Ellroy, che ha descritto la crudele guerra fra un cartello messicano e due giovani coltivatori indipendenti americani, che pensavano di potere agire indisturbati, ma si sbagliavano di grosso data la materia in ballo: marijuana. E la California che è uno degli Stati dove se ne produce maggiormente ha un mercato controllato da gang disposte a tutto pur di non mollare la miniera d’oro. Stone ha affermato più volte che è stata la freschezza e l’attualità della vicenda che lo ha convinto a farne un film, visto che di pellicole sulla droga o sulla delinquenza ce ne sono già in abbondanza. La novità è data proprio dal giovane trio formato da Ben, Chon e O che vivono in questa sorta di paradiso artificiale, dove, nonostante i caratteri diversi dei due ragazzi - uno è buddista (Stone si è convertito in questi ultimi anni) e l’altro è un ex-soldato – è possibile un amore a tre slegato da gelosie e fraintendimenti. Chiaro aspettarsi che in un film di un regista come Oliver Stone, che ha firmato Assassini Nati, U Turn – Inversione di marcia, The Doors o Platoon, questo triangolo alla Jules et Jim verrà sradicato violentemente da chi sul traffico di droga ci ha costruito un impero. “Quando abbiamo iniziato le riprese - ha affermato Stone – avevo suggerito al cast e alla troupe di vedersi Il disprezzo di Godard, poi a film finito ho ritrovato molto più attinenza al cinema di Sam Peckinpah  e Sergio Leone”. Le Belve mescola, in effetti, vari generi che vanno dal western, allo snuff movie, alla love story  e al noir/thriller. Grande cast messo insieme da Stone il trio è composto da Taylor Kitsch, Blake Lively, Aaron Johnson mentre tra i cattivi troviamo Benicio Del Toro e Salma Hayek e il laido è John Travolta. Curiosità anche Uma Thurman ha girato il film, nella parte della madre della Lively, ma per motivi di lunghezza della pellicola il suo ruolo è stato tagliato in fase di montaggio.

 

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE