questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Cappuccetto Rosso Sangue

Locandina del film Cappuccetto Rosso Sangue
TRAILER Fermo immagine del trailer
Cappuccetto Rosso Sangue
(Red Riding Hood, 2011, Usa)

La regista di Twilight Catherine Hardwicke rilegge in formato horror il classico della letteratura per bambini. Un thriller gotico e romantico, dove le fantasie si trasformano in incubi.

Valerie (Seyfried), è una giovane fanciulla, bella, dalla pelle diafana, che solitamente indossa una mantella rossa con cappuccio. Vive in un villaggio sperduto in mezzo ad una magnifica foresta. La nonna (Julie Christie) affettuosa e esuberante, vive come da manuale in una casetta appartata nel bosco. Valerie è innamorata del taglialegna Peter (Fernandez), ma i suoi genitori vogliono darla in sposa al facoltoso Henry (Irons). Intenzionati a non farsi separare dall'avidità e dall'egoismo dei genitori della giovane, Valerie e Peter, organizzano una fuga. Il problema è che nel momento in cui stanno per andarsene viene ritrovato il corpo senza vita della sorella di Valerie. Ad ucciderla è stato un lupo mannaro che da tempo si aggira nella foresta e che ha già ucciso parecchie persone. Per cercare di trovare una soluzione, il popolo chiama in paese il più famoso cacciatore di lupi mannari, Padre Solomon (Oldman). L’uomo capisce che la bestia quando non attacca ha sembianze umane e che Valerie, molto probabilmente, sa di chi si tratta. Questo fa di lei la sospettata numero uno...

 

Occhi e mani grandi di un lupo cattivo, principe azzurro valoroso e bella alle prese con un villaggio tribale e medioevale. Questi gli ingredienti della fiaba di Cappuccetto Rosso, rivisti e corretti dalla regista Catherine Hardwicke. "Le situazioni fiabesche - ha dichiarato la regista - rispecchiano la visione magica infantile delle cose, esorcizzano incubi inconsci, placano inquietudini, aiutano a superare insicurezze e crisi esistenziali, insegnano ad accettare le responsabilità e ad affrontare la vita. Questa storia mi è sembrata ricca di intuizioni e suggestioni. Nonostante, per ovvi motivi spettacolari, sia stata modificata rispetto all'originale, Cappuccetto Rosso Sangue spazia dalla letteratura alla mitologia, dalla psicologia infantile alla psicoanalisi, ed esorta tutti quanti ad essere più consapevoli dell'importanza fondamentale delle fiabe".

 

 

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE