questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Real Steel

Locandina del film Real Steel
TRAILER Fermo immagine del trailer
Real Steel
(Real Steel, 2011, Usa)

Un grande film action per famiglie - prodotto dalla coppia Steven Spielberg e Robert Zemeckis – che mescola Rocky a Transformers, per riflettere non solo sui pugni quanto sul cuore degli uomini, e delle macchine.


In un prossimo futuro, la boxe è diventata uno sport per robot. Un ex promessa del pugilato, Charlie Kenton (Hugh Jackman) dopo essere stato messo fuori gioco da un pugile d'acciaio, tira a campare allenandone uno che è stato scartato. Mentre lavora per portare il robot verso incontri più prestigiosi, e sopratutto lucrosi, rispetto ai ring di provincia dove è costretto a stare, Charlie viene raggiunto dalla notizia della morte della sua ex-girlfriend e dell'affidamento del figlio di 11 anni che lui non ha mai conosciuto, e che in realtà, nella sua precarietà, avrebbe preferito non conoscere.  Inversamente da Max (Dakota Goyo) che invece desidera incontrare suo padre. Per cominciare, passeranno insieme un'estate. Poi si vedrà. La superiore intelligenza e sensibilità di Max non tardano a fare breccia nella dura scorza di Charlie, che finirà per chiedere consigli a Max nel suo lavoro. E mentre padre e figlio affrontano insieme un viaggio nel più improbabile dei circuiti di boxe,  incontrando eccentrici personaggi sia in carne ed ossa che in metallo, il gap che li divide comincia a cadere.

 

Quella che dalle premesse può sembrare una storia tratta da un videogame, cui il film di Shawn Levy ammicca con robot digitali in grado di sferrare ganci e montanti senza precedenti, in realtà nasce da Acciaio, racconto breve del 1956 di Richard Matheson, l’autore del libro Io sono leggenda da cui è stato tratto il film con Will Smith. Anche per Real Steel c’è già stato un precedente adattamento nella serie televisiva cult Ai confini della realtà. Un tema che ha affascinato da subito Levy - solitamente abituato alle commedie (Una notte al Museo, Notte folle a Manhattan) - che gli ha costruito intorno una pellicola grintosa, con scene d’azione al cardiopalma, ambientata in un futuro non lontano, dove lo sport della boxe è diventato hi-tech e dove un uomo che si era convinto di essere solo al mondo si ritrova a doversi confrontare con un figlio, molto sveglio, che richiede le attenzioni, attese per anni, di un padre che non si è mai occupato di lui.

 

Le scene con i combattimenti fra robot sono state realizzate utilizzando sia la tecnologia motion-capture, sia la ricostruzione in scala originale dei robot. Il motion-capture è stato realizzato mesi prima negli studios di Los Angeles. I lottatori sono saliti sul ring indossando una tuta per il data-capture e mentre combattevano, i loro movimenti venivano convertiti sul computer in avatar di robot e apparivano immediatamente sui monitor posti sul set. Successivamente, durante le riprese principali, il regista e la troupe hanno posizionato le macchine da presa su un ring vuoto e lasciato che i dati del motion-capture scorressero, permettendogli di guardare e catturare il robot che combatteva in tempo reale. Il risultato è a dir poco stupefacente. Sugar Ray Leonard, uno dei migliori pesi welter di sempre, è stato scritturato come consulente pugilistico e per allenare Hugh Jackman per le sue performance sul ring. Il mondo della boxe viene sdoppiato in due, con una netta linea di confine. C’è la lega ufficiale (la WRB), sponsorizzata dalle aziende, con molti soldi, sedi autorizzate per gli incontri e regole ferree. E c’è il sottomondo, dove non esistono posti autorizzati per gli incontri, né regole o restrizioni: i robot combattono fino alla morte. In Real Steel si mescolano molti temi che rendono la storia ben più ricca di un ‘giocattolone’ da intrattenimento, a partire da quegli ‘umani’ che si sentono superiori e considerano i robot solo ferraglia destinata al macero; oltre al rapporto tra un padre e un figlio che cresce e si sviluppa all’interno di un mondo dove i sentimenti sono stati soffocati da un unico valore: il denaro.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE