questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Planes

Locandina del film Planes
TRAILER Fermo immagine del trailer
Planes
(Planes, 2013, Usa)

Il mondo di Cars mette le ali. Prodotto da John Lasseter il film è impreziosito dalla voci italiane di Micaela Ramazzotti e del tenore Gianluca Terranova.

Dusty è un piccolo aereo agricolo con un grande unico sogno: partecipare alle gare ad alta quota come aereo da competizione. Ma Dusty non è stato esattamente progettato per gareggiare e soffre di vertigini. Così si rivolge all’aviatore Skipper, che lo aiuta a prepararsi per sfidare Ripslinger, il campione in carica. Il coraggio di Dusty sarà messo a dura prova quando cercherà di raggiungere altezze a cui non aveva mai sognato di arrivare prima d’ora, dimostrando al mondo con grande prodezza di sapersi spingere oltre ogni record previsto. 

Una storia di azione e di avventura che è stata scelta come film d’apertura della decima edizione di Alice nella città, la sezione autonoma e parallela del Festival Internazionale del Film di Roma dedicata alle famiglie e alle giovani generazioni. Ispirato al mondo del celebre film della Pixar,  Cars–Motori ruggentiPlanes racconta la storia di Dusty, un aereo agricolo monoelica stanco di campi coltivati e pronto a lanciarsi in una grande avventura che lo porterà ad alta quota, a combattere tra la paura delle altezze e l’implacabile voglia di vincere la sfida più importante: dimostrare di essere il più veloce aereo da competizione del mondo. “Si tratta di una grande storia che ruota attorno a un personaggio che parte svantaggiato” spiega il regista Klay Hall, “c’è molto sentimento e trasmette un messaggio che vale per tutti noi: se riuscissimo a credere in noi stessi, ad abbandonare le nostre sicurezze e a lasciarci alle spalle qualsiasi paura ci trattenga, rimarremmo sorpresi dai risultati che potremmo ottenere”.

Realizzato in 3D, la produzione di Planes ha visto coinvolto Jason McKinley, specializzato nel disegno di effetti di volo per cinema e televisione. “Con ogni scena di volo c’è un cielo enorme”, ha detto McKinley, “stai volando tra 480 e 650 chilometri orari e lo spazio che percorri è vastissimo. Così abbiamo voluto trasmettere al pubblico quella grandissima sensazione di spazio e velocità”. Quello di diventare più di ciò a cui sei stato destinato è il tema chiave del film. I filmaker hanno dovuto capire innanzitutto come sono costruiti gli aerei e come funzionano prima di poter aiutare Dusty superare i suoi limiti strutturali: Planes ha richiesto agli artisti di tenere a mente la struttura fisica di un aeroplano, la sua struttura d’acciaio, le sue dimensioni e il suo peso, mentre disegnavano e animavano i personaggi. Le ali non potevano essere piegate, le fusoliere non erano allungate o schiacciate e i propulsori dovevano muoversi proprio come quelli veri. “Ci siamo divertiti tantissimo a esplorare il mondo degli aeroplani” conclude il regista Hall. “Siamo riusciti ad approfondire l’esperienza con ogni tipo di volo: mongolfiere, bombardieri della Seconda Guerra Mondiale e diversi tipi di jet e aerei civili. Siamo riusciti a parlare con pionieri dell’aviazione e piloti di aerei da combattimento, veterani della guerra di Corea, piloti collaudatori civili ed è stato fantastico”.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE