questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Per soli uomini

Locandina del film Per soli uomini
Per soli uomini
(Per soli uomini, 2015, Italia)

Il film racconta la vita dei pescatori delle valli del Delta del Po, che si stagliano sullo schermo come giganti, alfieri di una vita solitaria, quasi mitologica. I protagonisti, Gabriele Levada, Claudio Candiani e Giorgio Moretti detto “Bertinotti” interpretano se stessi e sembrano attori consumati, nella semplicità dei loro dialoghi, nei gesti, nei resoconti sulla salute del sistema mondo. I luoghi del film sono di straordinaria bellezza: il Po di Maistra, nell'estremo Delta del Po, in località Ca'Pisani. La valle è un mondo a sé, un ecosistema tenuto in vita dal movimento interno dell'acqua e dalla vigilanza ossessiva di questi valligiani, dal loro moto continuo, vaghi ma attenti camminatori del Fiume. Migliaia di pesci lottano quotidianamente tra la vita e la morte: l'acqua troppo fredda o troppo calda, l'anossia, gli attacchi dei cormorani e dei gabbiani. E quotidianamente, ora per ora, questi abitatori della Valle si addentrano nei relitti casoni superstiti, percorrono i bordi delle vasche e dei canali, controllano la temperatura e i livelli di ossigeno, si sporgono per capire se i pesci hanno mangiato oppure no, se alcuni di loro sono in sofferenza o se si rilassano. Sono uomini, i valligiani, ma sono anche mamme, padri, fratelli maggiori dei pesci che accudiscono giorno e notte una miriade di innominati e innominabili esseri viventi. Il cinema di Elisabetta Sgarbi si sta sempre di più identificando con queste cose perdute, con i luoghi del silenzio e della memoria, dove a scandire il passare delle ore è il colore delle acque, il brusio degli stormi, e dove il tempo stesso sembra fermarsi.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE