questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Capodanno a New York

Locandina del film Capodanno a New York
TRAILER Fermo immagine del trailer
Capodanno a New York
(New Year's Eve, 2011, Usa)

Una commedia corale sullo sfondo di Capodanno in cui si celebrano amore, speranza, perdono, seconde opportunità e nuovi inizi in una sfavillante New York.


Capodanno a New York” celebra sentimenti quali l’amore, la speranza, il perdono, le seconde possibilità e i buoni propositi, tramite diverse storie intrecciate tra loro, ambientate a New York City tra caos e speranza nella notte più festosa dell’anno.

 

Il regista Garry Marshall (Pretty Woman), celebre per aver più volte ritratto l’amore in modo divertente e appassionato, la definisce “l’occasione perfetta per fare un bilancio, per pensare agli errori dell’anno appena terminato e capire cosa fare per migliorare. È l’opportunità di essere grati per ciò che abbiamo. È anche un momento divertente, emozionante, eccezionale, pieno di attesa e, sì, anche di follia. Ma è soprattutto il momento di sperare, perché tutto ciò che si desidera possa sembrare possibile, se si è pronti a correre dei rischi”. Non a caso, come racconta, è proprio a Capodanno che Marshall chiese alla moglie di sposarlo. "E' da sempre la mia festa preferita - spiega - l’amore fa da padrone nel conto alla rovescia del 31 dicembre, molte coppie aspettano la mezzanotte per darsi un bacio, altre approfittano della magia della serata per farsi promesse eterne, e altre ancora decidono di ‘provarci’ con una persona che potrebbe essere quella giusta. Il film trasmette queste idee attraverso una serie di episodi raccontati come se fossero stati presi a caso dalla miriade di storie che fanno parte del quotidiano. Ogni storia è a sé ma talvolta sfiora per un breve momento le altre".

 

Le riprese di Capodanno a New York sono iniziate a Times Square il 31 dicembre 2010: è il primo lungometraggio a riprendere dal vivo l’evento in 106 anni di storia. “È stata la cosa più divertente che abbia mai fatto dopo tanto tempo - dichiara Charles Minsky, il direttore della fotografia - Abbiamo fatto le riprese con 12 macchine da presa ad alta definizione Alexa. Abbiamo anche piazzato MdP su carrelli mobili e su tetti, tre sul palco e una in strada dove abbiamo filmato per otto ore. È stato fantastico”.

 

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE