questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Meno male che ci sei

Locandina del film Meno male che ci sei
TRAILER Fermo immagine del trailer
Meno male che ci sei
(Meno male che ci sei, 2009, Italia)

Dopo Diverso da chi? e Oggi sposi Cattleya ancora una volta sfida le regole dei generi, realizzando una commedia sentimentale per adolescenti e per adulti.

Allegra (Chiara Mategiani) ha diciassette anni e a volte si sente invisibile. Luisa (Claudia Gerini) è una trantacinquenne romantica e sognatrice, con un mutuo trentennale sulle spalle e con una relazione, senza speranze, con il padre di Allegra. Allegra e Luisa non si conoscono, ma un terribile incidente le farà incontrare. Per diventare amiche e complici, indispensabili l'una all'altra anche quando nuove relazioni sentimentali sembreranno allontanarle. Allegra infatti vivrà la sua prima, grande storia d'amore con Gabriele (Alessandro Sperduti), suo compagno di scuola, proprio mentre Luisa comincerà ad innamorarsi di Giovanni (Guido Caprino), un affascinante quarantenne incontrato per caso in libreria. Ma come spesso accade, l'amore si porta dietro gelosie, paure, tormenti e incomprensioni che soprattutto la piccola Allegra non sa affrontare. In realtà, Allegra sta solo crescendo, è in quella fase transitoria e spesso dolorosa che la trasformerà da adolescente in giovane donna e quando lo capirà, sarà pronta a riconquistare il cuore di Gabriele e a riscoprire l'importanza del suo legame con Luisa.

Tratto dal best seller della scrittrice Maria Daniela Raineri, sceneggiatrice della pellicola, Meno male che ci sei basa la sua forza proprio sulle personalità delle due protagoniste: l'inguaribile ottimismo, la vitalità un po' ingenua di Luisa, la fragilità e la rabbia di Allegra e l'energia che permette ad entrambe di rialzarsi sempre nonostante i colpi bassi della vita. "Luisa è una sognatrice inguaribile - afferma la Gerini - ha una relazione con un uomo sposato, ed è convinta che prima o poi lascerà la moglie". Allegra invece, dalle parole di Chiara Martegiani "è una ragazza introversa e timida, che ha difficoltà a crearsi delle amicizie all'interno della scuola e un rapporto conflittuale con i suoi genitori. Trovandosi a vivere una tragedia, Allegra si sentirà persa senza più alcun punto di riferimento e sarà l'incontro con Luisa che segnerà la sua risalita".

"Siamo partiti subito (Francesca Longardi e Gianluca Leoncini di Cattleya ed il regista Luis Prieto hanno collaborato alla stesura del copione) con questa base forte e condivisa, che erano i personaggi e l'affetto che provavamo per loro, per le loro vite scombinate, le contraddizioni e persino gli errori più clamorosi - commenta Maria Daniela Raineri. I personaggi ci hanno fatto da àncora e ci hanno permesso di allontanarci, ogni tanto, dai binari del romanzo, alla ricerca di soluzioni più orientate all'immagine, senza timore di perderci ma soprattutto con la piacevolezza nella scrittura che è rimasta immutata fino all'ultima battuta". Così come nella vita in cui i momenti divertenti si alternano spesso ed in modo inaspettato a quelli tragici, la pellicola riesce a mantenere la leggerezza ed il tono un po' stralunato che pervade tutto il romanzo e che oscilla tra commedia e dramma.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE