questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Men in Black III

Locandina del film Men in Black III
TRAILER Fermo immagine del trailer
Men in Black III
(Men in Black III, 2012, Usa)

Il terzo capitolo della saga dei cacciatori di alieni porta i due fantomatici agenti J e K indietro nel tempo. In un viaggio avventuroso nel fatidico 1969, a caccia di un mostro e all'origine della loro relazione.  


Nel corso dei suoi 15 anni fra i Men in Black, l'agente J (Will Smith) ha visto delle cose inimmaginabili, ma nulla, nemmeno gli alieni, è riuscito a sorprenderlo tanto quanto il suo enigmatico e reticente partner, agente K (Tommy Lee Jones). Ma quando la vita di K e il destino del pianeta sono messi a rischio, l'agente J dovrà tornare indietro nel tempo per sistemare le cose. J scoprirà che ci sono segreti nell’universo che K non gli ha mai rivelato - segreti che verranno alla luce nel momento in cui incontrerà l' agente K da giovane (Josh Brolin), di cui dovrà cercare di salvare la vita, e magari anche il destino dell'agenzia e il futuro dell'umanità.

 

Terzo capitolo del franchise di fantascienza diretto ancora una volta da Barry Sonnenfeld sugli agenti segreti “cacciatori” di alieni, la produzione del film è stata piuttosto movimentata.  A cominciare dalla sceneggiatura firmata da Etan Cohen ma a cui hanno messo mano anche autori del calibro di Jeff Nathanson e David Koepp. Cosa che ha ritardato più volte le riprese, facendo lievitare i costi sopra ai 200 milioni di dollari.  “Volevamo che il film fosse familiare e allo stesso tempo differente" ha dichiarato Barry Sonnenfeld, regista dei tre film della saga. "La parte familiare è rappresentata dai personaggi e dalla ricerca su chi realmente sono. La parte nuova è invece data dal viaggio nel tempo.” “All'inizio del film, J e K sono come sempre i due partners dell'Agenzia." Aggiunge il produttore Walter F. Parkes. “Il film inizia con la morte di Zed, e con il discorso funebre di K, che praticamente non fornisce nessuna informazione sul defunto. Nonostante K apparentemente fosse il suo migliore amico da 45 anni. Un episodio che fa sorgere in J la domanda:  dopo tutti questi anni che cosa so veramente della persona che sta seduta accanto a me?"  E' questa la molla che fa scattare la storia, e che coincide con la fuga di un alieno, Boris l'Animale, che K aveva sistemato quaranta anni prima, nel 1969, e che sta ritornando indietro nel tempo per vendicarsi.” In verità Boris fa irruzione nel 1969 ed uccide K. E nessuno adesso, nel 2012, sa nulla di questo omicidio di quaranta anni prima, Nessuno eccetto J, che per salvare K insegue Boris nel passato, e contemporaneamente sfrutta l'occasione di conoscere molti segreti sul suo collega, cercando di capire perché sia così ombroso e lunatico. Ma, come si scoprirà, il giovane agente K è tutto il contrario: aperto, amichevole ed entusiasta."

 

Il ritorno di Will Smith
Men in Black III
segna il ritorno di Will Smith, dopo più di quattro anni di assenza dal grande schermo, dopo il drammatico Sette vite. Una assenza senza nessun motivo ufficiale, e che segna il distacco più lungo, e più inspiegabile vista la popolarità del personaggio, dall'inizio della sua carriera. 


Gli alieni
Anche questa volta gli alieni sono stati realizzati da Rick Baker, uno dei più grandi maestri nella confezione di mostri cinematografici, con 7 Oscar vinti ed una filmografia che oltre ai tre Men in Black segna Un Lupo mannaro americano a Londra, Il Grinch, e Il Pianeta delle scimmie. 


La colonna sonora
Dietro suggerimento della figlia adolescente il regista Barry Sonnenfeld ha deciso di affidare al rapper Pitbull la canzone principale della colonna sonora.

 

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE