questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Les Misérables

Locandina del film Les Misérables
TRAILER Fermo immagine del trailer
Les Misérables
(Les Misérables, 2011, Uk)

Il musical di maggior successo di tutti i tempi (27 anni di repliche e 60 milioni di spettatori in 42 paesi), approda sul grande schermo.

 

Nella Francia del XIX° Secolo, Jean Valjean (Jackman), un uomo che finito in carcere per aver rubato una pagnotta di pane ci è rimasto per 19 anni per aver tentato di scappare, dopo il suo rilascio cerca di rifarsi una vita sotto una nuova identità, dovendo sfuggire alla caccia del suo 'angelo custode' (Crowe), il poliziotto che lo ha arrestato la prima volta e che ha dedicato la propria vita a perseguitarlo. Nel frattempo Valjean, dopo essere stato graziato e aiutato da un uomo di fede, decide di dedicare la propria esistenza ad aiutare i più deboli, e acconsente a prendersi cura della giovane figlia (Cosette - Seyfried) di una sua ex operaia, (Fantine - Hathaway), diventata prostituta per necessità....

 

Il musical più longevo di sempre riversa tutta la sua forza sul grande schermo in una spettacolare rilettura del romanzo di Victor Hugo realizzata dal Premio Oscar Tom Hooper (Il discorso del Re). Una storia di 'miserabili', di persone cadute in miseria, ex forzati, prostitute, monelli di strada, studenti poverissimi. Gente schiacciata dalle vicende della vitta e della storia che lotta per non soccombere senza mai rinunciare alla speranza di una vita migliore. Una storia di sacrificio e riscatto, di peccati e di redenzione, di  indomabile bisogno di libertà, di sogni infranti e amori non corrisposti, ambientata nella Parigi post Restaurazione, in un arco di tempo di circa 20 anni (dal 1815 al 1833). Hugh Jackman interpreta l’ex detenuto Jean Valjean, Anne Hathaway è la sfortunata Fantine, Amanda Seyfried la giovanissima Cosette, Russell Crowe l'implacabile Ispettore Javert, tutti impegnati in una difficile quanto emozionante interpretazione canora, resa ancora più complessa dalla scelta del regista di girare e registrare in 'diretta', rinunciando al play back per una immediatezza e trasporto incomparabilmente maggiori. Per lo spettatore è sorprendente scoprire le insospettabili (a parte Jackman) doti vocali di questi grandissimi attori. La regia di Tom Hooper sceglie draconianamente di lasciare tutto lo spazio narrativo alla musica, rinunciando a priori al dialogo, cavalcando molti classici come “I Dreamed a Dream”, “Bring Him Home”, “One Day More e On My Own", e parallelamente di valorizzare al massimo le scenografie e le spettacolari coreografie, che offrono uno straordinario impatto visivo.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE