questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La vita è una cosa meravigliosa

Locandina del film La vita è una cosa meravigliosa
TRAILER Fermo immagine del trailer
La vita è una cosa meravigliosa
(La vita è una cosa meravigliosa, 2010, Italia)

Questo film nasce dal desiderio di realizzare un film ‘ottimista’. Ci sembrava giusto, in un momento di crisi globale che colpisce tutti e tutto, mettere in scena una commedia che dia speranza agli spettatori”, hanno detto i Vanzina. Quattro storie che si intrecciano sulla base di equivoci dovuti alle intercettazioni telefoniche.

L'Italia, vista attraverso le intercettazioni, in una commedia ad episodi firmata dai Vanzina. Cesare è un poliziotto che si occupa di intercettazioni. Con le cuffie in testa, spia le vite degli altri.  Quella di Antonio, presidente di un importante gruppo bancario, al quale i politici chiedono con insistenza fondi neri per finanziare i loro impicci. Tra i personaggi in vista che Antonio foraggia c'è il proprietario di una clinica dove lavora Claudio, un chirurgo sposato con Elena, il quale finirà anche lui indirettamente travolto dall'indagine. E rovinati dall'inchiesta saranno anche Vanessa, la figlia di Antonio, insieme a Marco, un giovane elettricista. Così come Laura, una massaggiatrice che si innamora di Cesare senza sapere che fa il poliziotto.

"Io e mio fratello Enrico ultimamente eravamo stati molto colpiti da Le vite degli altri, il film tedesco incentrato sul fenomeno delle intercettazioni telefoniche, che non era però ancora tornato di grande attualità come è avvenuto con i recenti scandali italiani sulla corruzione nella politica e nella finanza. Abbiamo pensato così di realizzare una storia corale sul presente che cercasse di andare oltre il puro divertimento ed avesse ambizioni diverse rispetto ai nostri due recenti film comici ad episodi Un'estate al mare e Un'estate ai Caraibi, cercando di dare vita ad una commedia brillante non volgare che tentasse di rappresentare la società di oggi nelle sue varie sfaccettature e di parlare di destini e di sentimenti attraverso diversi personaggi legati tra loro da varie vicende che si incrociano, sulla falsariga dei movimenti di tempo e delle frammentazioni di Babel e 21 grammi di Alejandro Gonzales Inarritu".

VOTO
 

BATTUTE DAL FILM

  • "Ce l'ha una domanda di riserva?"
    "No, e non c'ho neanche un figlio de riserva"
    Gigi Proietti rivela la sua frustrazione di padre
  • "M'era caduto il mondo addosso. Mio figlio che ruba..."
    "A papà c'è solo 'na cosa che vorrei rubbà: Kakà al Real Madrid!"
    Emanuele Bosi esce di galera e confessa l'unico reato che compierebbe davvero

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE