questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Io e te

Locandina del film Io e te
TRAILER Fermo immagine del trailer
Io e te
(Io e te, 2013, Italia)

Arriva finalmente in sala il nuovo film di uno dei grandi maestri del nostro cinema. Due attori esordienti, una cantina, una storia di adolescenti 'imboscati' tratta da un romanzo di Niccolò Ammaniti.

 

Lorenzo, un quattordicenne introverso che vive con difficoltà i rapporti con i suoi genitori e i compagni, decide di prendersi una “vacanza” chiudendosi in cantina, mentre tutti credono che lui sia partito per la settimana bianca. Per un’intera settimana lascerà fuori dalla porta tutti i conflitti e le pressioni perché diventi un adolescente “normale”. Decide di vivere qualche giorno in completo isolamento, con la sola compagnia di libri horror, lattine di coca-cola, scatolette di tonno e un formicaio da guardare al posto della TV. L’imprevisto però è letteralmente alla porta. Olivia, la sorellastra quasi sconosciuta, piomba nella cantina alla ricerca di alcuni suoi oggetti e irrompe nella vita di Lorenzo rovinando i piani della sua fuga dalla realtà. È una ragazza ribelle di venticinque anni, problematica e fragile ma diretta e lo scontro con il fratello nello spazio angusto e buio della cantina dove lei cerca riparo, è inevitabile. La convivenza forzata fa scaturire litigi, discussioni violente, sfoghi, ripicche, gelosie e rivincite, ma porta allo scoperto le fragilità e i pensieri di entrambi, improvvisamente alla pari e immensamente bisognosi dell’affetto l’uno dell’altro. 

 

Palma d'Oro alla carriera al festival di Cannes, il cinema saluta con entusiasmo il ritorno di uno dei suoi più importanti maestri dietro la macchina da presa, a nove anni di distanza - passati su una sedia a rotelle - da The Dreamers. Adesso la sedia a rotelle c'è ancora, ma è tornata la voglia di fare cinema, grazie anche al romanzo di Ammaniti. Lorenzo ed Olivia sono interpretati da due giovani esordienti: lui è Jacopo Olmo Antinori, lei è Tea Falco, che prima di essere attrice è anche apprezzata fotografa. “Erano 30 anni che non facevo un film in italiano – spiega Bertolucci - Per realizzarlo però il romanzo doveva cambiare e quindi ho voluto Ammaniti al mio fianco nella stesura della sceneggiatura, insieme a Umberto Contarello e Francesca Marciano. Ma le principali differenze tra il libro e il film non erano nemmeno nella sceneggiatura. Sono nate sul set. È la magia del cinema”. Il film è prodotto da Fiction e da Mario Gianani per Wildside in collaborazione con Medusa Film che lo distribuirà in Italia.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE