questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Immaturi - il viaggio

Locandina del film Immaturi - il viaggio
TRAILER Fermo immagine del trailer
Immaturi - il viaggio
(Immaturi - il viaggio, 2011, Italia)

Freschi di certificato di maturità i nostri quarantenni decidono di concedersi una vacanza goliardica, come i loro colleghi ventenni, ma la loro presunta maturità verrà messa a dura prova.

 

Giorgio, Lorenzo, Piero, Luisa, Virgilio e Francesca ce l’hanno fatta, hanno superato con successo tutti quanti l’esame di maturità. Dimenticato lo spiacevole equivoco burocratico vogliono però continuare a frequentarsi, a vedersi, ora che si sono ritrovati. E, soprattutto, vogliono premiarsi per il loro successo con una vacanza. E quale meta migliore delle Isole Cicladi della Grecia per sei quarantenni? Visto che nel frattempo c’è chi si è sposato, chi ha avuto dei figli e chi è ancora single, i ‘nostri eroi’ si ritroveranno alle prese con una fauna di giovani scatenati e in cerca di avventure, di discoteche e di spiagge da amori estivi. La maturità ottenuta al liceo corrisponderà anche a quella, che ci si aspetta, da persone della loro età? Non mancheranno le sorprese…

 

Immaturi uscito nel gennaio del 2011 è stato uno straordinario successo di pubblico. Uno di quei film che insieme a quelli di Fausto Brizzi, Luca Miniero, Giambattista Avellino ecc.. hanno fatto capire che il cinema italiano dava segni di vitalità. Il cinema ‘commerciale’ ha conquistato spazi inusitati e proposto volti più o meno nuovi. Su questo fronte arrivano ora vari sequel, tra i quali Immaturi – Il viaggio, seguito delle esistenze di sei ex-compagni del liceo che, a causa di una strana disavventura, si erano ritrovati a dovere ripetere l’esame di maturità. Tutti promossi, quindi si parte per le vacanze, destinazione le isole della Grecia, fin dagli anni ottanta mete ambitissime e popolari per soggiorni dedicati ai divertimenti e alle avventure sentimentali. Ma i ‘nostri’ non hanno più vent’anni, bensì esattamente il doppio, e quindi si ritrovano, ancora una volta, in una situazione di ‘remember’ della gioventù, in un ‘all’à la recherche du temps perdu’ con tanto di famiglie a carico. Paolo Genovese, insieme alla sua squadra di ottimi interpreti, torna su un tema tanto discusso quanto caro: il raccontare il grande freddo di una generazione che sulla carta non ha ragione di dirsi delusa, poiché si presume nata senza illusioni, relativista, accontentata o comunque capace di accontentarsi. Tesi assolutamente discutibile e che il regista pone, difatti, come argomento aperto... Maggiormente in questo secondo capitolo dove i sei personaggi in cerca di se stessi dovrebbero vivere momenti di assoluta libertà dalle paranoie quotidiane non riuscendo, chiaramente, a farlo. Dato che è impossibile sfuggire a se stessi, se non dimenticandosi del nostro io. Ma qui apriremmo una porta che ci porterebbe verso lidi, questi sì, davvero arditi. Ambra Angiolini, Luca Bizzarri, Barbora Bobulova, Raoul Bova, Paolo Kessisoglu, Ricky Memphis sono nella ‘linea d’ombra’ con i loro personaggi ma, visto che siamo nella commedia, ironia, leggerezza e sentimento arriveranno a salvare i nostri ‘naufraghi’. Nei quali ognuno di noi può specchiarsi perfettamente, come farà con loro, il cristallino mare della Grecia!

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE