questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Libera uscita

Locandina del film Libera uscita
TRAILER Fermo immagine del trailer
Libera uscita
(Hall Pass, 2011, Usa)

Immaturi? Eterni adolescenti? Uomini che guardano (troppo) le donne? Come terapia due uomini felicemente sposati vengono spediti dalle rispettive mogli in vacanza extra-matrimoniale per una settimana. Ma quale sarà il risultato?!

Rick e Fred (Owen Wilson e Jason Sudeikis) sono grandi amici e tutti e due sono sposati da parecchio tempo. Amano le loro mogli, ma come molti altri uomini non riescono ad evitare di 'radiografare' tutte le donne che incontrano. Stanche di questo atteggiamento, le due consorti (Jenna Fischer e Christina Applegate) scelgono una soluzione estrema per cercare di rivitalizzare il loro matrimonio, offrendo ai mariti una settimana di libertà (una ‘hall pass’) per fare tutto quello che vogliono e niente domande. Sette giorni per vedere esattamente cosa pensano di avere perduto... o smetterla una volta per tutte di guardare le altre donne. All’inizio Rick e Fred pensano che si stia avverando un sogno, ma presto scoprono che le loro aspettative di una vita da single sono comicamente fuori dalla realtà.

La teoria citata dalla sceneggiatura parla di fatal flaw, imperfezioni fatali, quelle crepe nella personalità o nel comportamento di un personaggio che verranno esposte, messe a dura prova e, solo nei casi migliori, superate nel corso dell'arco narrativo della storia. E' il cinema dei fratelli Farrelly, un gioco provocatorio al massacro delle debolezze e delle imperfezioni umane. Rick e Fred si prenderanno la loro settimana di libertà ma allo stesso tempo si renderanno conto che di fronte a certe situazioni, non possono che diventare ridicoli. “Non volevamo scadere nella banalità di raccontare il marito frustrato che desidera solo una scappatellahanno affermato i registi –, Rick e Fred non hanno due matrimoni falliti alle spalle. Ma sono degli eterni adolescenti. Abbiamo cercato di far ridere inserendo però il meccanismo che ad ogni azione ne segue una conseguenza”.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE