questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Four Lions

Locandina del film Four Lions
TRAILER Fermo immagine del trailer
Four Lions
(Four Lions, 2010, Gran Bretagna)

Si può scherzare sul terrorismo? Chris Morris dirige Four Lions, una commedia che vuole seppellire con una risata, come Il Dottor Stranamore per la Guerra Fredda, il terrorismo moderno. 

In una città inglese, quattro uomini hanno un piano segreto. Omar (Riz Ahmed) è stanco del modo in cui i Musulmani sono trattati in giro per il mondo ed è deciso a diventare un combattente e Way (Kayvan Novak) non ha mai sentito cosa più entusiasmante di questa; solo che Omar vuole agire solo. Contro di lui e contro il mondo si scaglia il bianco Barry (Nigel Lindsay), convertito all’Islam, che si rende conto di aver scelto di unirsi alla cellula islamica per trasmettere il suo nichilismo –se solo avesse metà della consapevolezza di un’anatra. Faisal (Adeel Akhtar) è l’intruso. E’ quello capace di fare una bomba ma non più capace di farsi saltare in aria perché proprio ora il suo padre malato ha “iniziato a mangiare giornali”. Allora insegna ai corvi a lanciare bombe attraverso le finestre. Omar dovrà fare i conti con tutto questo.

I quattro devono portare a termine un attentato nel loro territorio ma nessuno è in grado di accendere un cerino senza darsi un pugno in faccia. Con Four Lions andiamo oltre l’imperscrutabilità di questi strani personaggi: il film scalza la follia della semplice eliminazione dei personaggi o peggio dell’alienazione della cultura da cui provengono. Il film non è né in favore né contro la religione. Lo spirito emerge dai conflitti, invece gli eccessi dagli errori dei personaggi. Grazie al crepitio di tensione e umorismo che lo contraddistingue, Four Lions è la risposta essenziale al nostro fallito impegno di affrontare la realtà e un eccellente sostegno all’idea che ridere è meglio che uccidere.

"Che c’entra lo scherzo con il terrore? In realtà, come dimostrerà Four Lions, ti guarda fisso negli occhi, dichiara il regista Christopher Morris. Nei tre anni di ricerche che ho fatto per preparare il film ho parlato con esperti di terrorismo, imam, polizia, servizi segreti e centinaia di Musulmani ed anche quelli che sono stati formati alla jihad e che hanno combattuto la jihad riferiscono della frequenza della farsa. All’alba del nuovo millennio, cinque jihadisti progettavano di speronare una nave da guerra della marina americana con una lancia carica di bombe. A notte fonda mettono la barca in acqua, la caricano di esplosivo. Salgono a bordo, affondano. Le cellule di terroristi seguono le stesse dinamiche di gruppo delle feste di addio al celibato e del calcetto: c’è amicizia, scontro, incomprensione, rivalità. Il terrorismo è ideologia, ma anche idiozia".

 

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE