questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Figli delle stelle

Locandina del film Figli delle stelle
TRAILER Fermo immagine del trailer
Figli delle stelle
(Figli delle stelle, 2010, Italia)

L'Italia dei precari, dei frustrati e di velleitari 'resistenti' votati alla sconfitta, in una commedia davvero originale dove i problemi della società e la disaffezione dalla politica fanno da sfondo ad un'azione tanto folle quanto comica.

Un giovane portuale del nord-est  (Volo), un professore trentenne disoccupato che sbarca il lunario facendo il pizzaiolo (Battiston), un rivoluzionario radical-chic (Favino), un’aspirante giornalista tv (Pandolfi) ed un uomo appena uscito di galera (Sassanelli), delusi dalla loro vita ed in preda alla passione antipolitica, decidono di fare un'azione estrema: rapire un ministro, chiedere un riscatto e, con i soldi ottenuti, risarcire la moglie della vittima di un incidente sul lavoro.

Sono un gruppo improvvisato e totalmente incompetente, che fallisce del tutto la missione: anziché rapire il ministro, prendono un oscuro sottosegretario. Braccati da tutti, incapaci di gestire la quotidianità e di concepire una vita da clandestini, se da un lato capiscono di aver rapito una brava persona, dall'altro pensano di dover portare avanti i loro folle progetto 'esemplare', affrontando una fuga surreale  tra le splendide montagne della Valle d'Aosta.

"Ho provato a cogliere lo spaesamento, l'amarezza e la frustrazione dei nostri tempi bui, e a trasformarli in una commedia dinamica, eccentrica ed un pò folle.Ho pensato che tutto sommato viviamo in un paese in cui, storicamente, nel tempo, le tragedie si sono trasformate in farse." Così il regista Lucio Pellegrini. Al centro un gruppetto di personaggi non più giovani, ma non ancora realmente adulti, goffi, velleitari, anarcoidi da far quasi tenerezza. Vivono immersi nel precariato, ma sognano di lasciare il segno, di farsi sentire forte e chiaro. Ma il loro destino è di essere dei bravi ragazzi e soprattutto degli incapaci.

Figli delle stelle racconta l’assurda convivenza tra un gruppo di improbabili rapitori e un politico stupito e incredulo. Uno sguardo irridente e sentimentale e una mescolanza di toni che si ispira alla grande lezione della commedia italiana: "i magnifici perdenti di Monicelli, lo sguardo dolceamaro di Pietrangeli, la frenesia e la vitaslità di Germi. E da tutti loro il desiderio di raccontare il proprio tempo attraverso lo specchio deformato della commedia

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE