questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Febbre da fieno

Locandina del film Febbre da fieno
TRAILER Fermo immagine del trailer
Febbre da fieno
(Febbre da fieno, 2010, Italia)

Febbre da Fieno è un film sui sentimenti, in cui amore e destino si intrecciano ‘fatalmente’. Una storia divertente e malinconica, piena di curiosità e (simpatiche) stranezze raccontate in maniera leggera quanto un soffio di vento”. Così la sceneggiatrice e regista Laura Luchetti descrive il suo esordio alla regia.

 

 

Sullo sfondo di una bellissima Roma estiva, baciata dalla brezza del Ponentino, il vento che secondo la leggenda aiuta gli innamorati timidi a trasportare i messaggi d’amore, si snoda la storia di un amore improbabile quanto testardo. Matteo (Brosca), ventisei anni ancora perdutamente innamorato della sua ex-fidanzata, Giovanna (Filippi), che un anno prima lo aveva lasciato per una donna; il vero romantico per definizione, insegue l’amore ideale finendo col perdere di vista la realtà. Camilla (Fleri), migliore amica di Matteo, è perdutamente innamorata di lui, che non sembra accorgersene minimamente.

 

 

Laura Luchetti che per 15 anni ha vissuto tra Londra e gli Stati Uniti, è stata anche l’assistente personale di Russell Crowe, debutta con una storia d’amore non convenzionale. In particolare perché gli intrecci di questi giovani amanti hanno come sfondo il Twinkled. Un negozio che vende oggetti vintage, un posto speciale dove gli articoli e le persone hanno una seconda occasione. “Personalmente – ha affermato la Luchetti - sono sempre rimasta molto colpita dal fatto che chi vive e lavora nel mondo dei negozi di roba usata come quello mostrato nel mio film, senta come di avere una missione per salvare cose e oggetti che, altrimenti, finirebbero molto probabilmente nell’oblio, dimenticati o peggio ancora, buttati via. Intorno a questa idea ho voluto costruire i personaggi protagonisti della storia alle prese con un quotidiano personale interessante e complesso, dove, come talora capita nella vita di tutti quanti noi, basta un nulla per portare la tua felicità in un’altra direzione”. Il negozio di vintage, le seconde occasioni, servono per narrare la vicenda di Matteo, ragazzo votato al martirio sentimentale che insegue storie apparentemente impossibili ed è rivolto sempre verso il passato non riuscendo così a comprendere a fondo il suo presente. Fino a quando la frequentazione dei tipi bizzarri che costituiscono il microcosmo del Twinkled, non gli fa capire che se gli oggetti si possono trasformare e diventare ‘altro’, anche gli esseri umani, hanno questa occasione. “Ogni cosa ha un’anima che attende solo di essere scoperta da qualcuno. – conclude la Luchetti - Ci sono persone che attraverso le materie, i manufatti riescono ad esprimere la loro essenza. Febbre da Fieno è un film d’amore tra le persone, ma anche per tutto quello che circonda materialmente le nostre esistenze”.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE