questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Molto forte, incredibilmente vicino

Locandina del film Molto forte, incredibilmente vicino
TRAILER Fermo immagine del trailer
Molto forte, incredibilmente vicino
(Extremely Loud and Incredibly Close, 2012, Usa)

Dal best seller di Jonathan Safran Foer, autore di Ogni cosa è illuminata, la storia di un undicenne newyorcese, ed il suo singolare tentativo di tenere in vita il legame con il padre, scomparso nell'attentato delle Torri Gemelle.

 

Oskar Schell, un undicenne newyorkese, scopre una chiave tra gli oggetti appartenuti a suo padre defunto. Questa scoperta lo spinge a iniziare una ricerca 'porta a porta'  tra le strade della città per trovare la serratura e quindi il segreto che si cela dietro quella chiave. L’unico indizio apparente legato alla chiave è il nome “Black,” scritto sulla busta che la contiene, così  Oskar elabora diligentemente il suo piano ambizioso di recarsi in visita presso tutti i 472 “Black” di  New York City che trova nell’elenco del telefono e, se la matematica non è un’opinione, valuta che gli ci vorranno tre anni per finire il giro. Elabora meticolosamente il percorso, si impone delle regole di base ed inizia a girare a piedi perché potrebbero verificarsi  ancora degli attacchi sugli autobus o sulla metro.

Oskar vive di programmi, regole e fatti concreti, ma nonostante ciò la sua ricerca lo porta molto lontano da tutto ciò che è prevedibile e razionale. Ciònonostante, a prescindere dagli ostacoli che incontra, Oskar è comunque determinato a completare il proprio compito.  

 

 

Quando il regista Stephen Daldry – 3 volte candidato all’Oscar (per The Reader, The Hours e Billy Elliot) – ha letto il libro, è rimasto colpito essenzialmente dal punto di vista soggettivo di  Oskar. Bambino con una intelligenza vivissima ma comportamenti eccentrici ed ossessivi che potrebbero farlo collocare nel mondo dell’autismo, Oskar guarda il mondo intorno a lui con un misto di ingenuità, curiosità, sfrontatezza...  Una lettura della realtà che riunisce insieme pensieri, flash di memoria, idee e fantasie all’impronta basate sulle emozioni. "Quando trova la chiave appartenente al padre è convinto che in qualche modo possa arrivare a spiegargli ciò che gli è rimasto inspiegato. Diventa una storia molto intima e personale, di un ragazzo che cerca di dare a modo suo un senso ad un mondo che senso non ne ha. Il tutto in un momento della vita di Oskar in cui tutto è stato stravolto per la sua figlia e per tutto il mondo intorno a lui"

Straordinario il cast del film, a partire dal piccolo Thomas Horn, al papà interpretato da Tom Hanks, la madre Sandra Bullock e infine il vecchio Max Von Sidow (candidato all'Oscar per attore non protagonista) nel ruolo di un  improbabile quanto straordianrio paladino.

Candidato Miglior Film
Candidato Miglior Attore non protagonista
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE