questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Dietro i candelabri

Locandina del film Dietro i candelabri
TRAILER Fermo immagine del trailer
Dietro i candelabri
(Behind the Candelabra, 2013, Usa)

Presentato in concorso al Festival di Cannes, il film esplora la vita di Liberace, una delle figure più note dell’entertainment americano e del suo rapporto con Scott Thorson con cui ha vissuto per molti anni.

Steven Soderbergh firma un altro film controcorrente della sua carriera di regista e di attento osservatore dei cambiamenti della società americana. Dietro i Candelabri è, infatti, una sorta di biopic ispirato alla figura di Liberace, uno dei principali Crooner dell’entertainment americano tra gli anni Sessanta e Settanta. Una figura raccontata tra le luci e le ombre del libro di memorie del suo compagno Scott Thorson che ha vissuto a lungo con lui e che condusse una battaglia legale molto importante per farsi riconoscere i diritti della loro separazione nonostante non solo i due non fossero mai stati sposati, ma Liberace non avesse mai ammesso pubblicamente di essere gay. Basato sulla sceneggiatura di un autore intelligente come Richard Lagravenese, Dietro i Candelabri è una storia d’amore particolare tra un ragazzo come tanti interpretato da un sempre perfetto Matt Damon e un mattatore come Michael Douglas che in maniera semplicemente perfetta replica i modi, lo stile e il carisma di Liberace. “Se non avessimo restituito al pubblico il senso del legame tra lui e il suo compagno Scott  avremmo, di fatto, ‘affondato’ il film.” Sottolinea Matt Damon senza lasciare spazio al dubbio “E come tutti gli amori, questi devono essere raccontati dai dettagli e dalle sfumature che esistono in ogni rapporto tra esseri umani. Ed è questa la cosa più complicata e ‘strana’ da rendere sullo schermo: sia tra un uomo e un altro uomo, sia tra un uomo e una donna. Per questo motivo un bacio è molto semplice, mentre il difficile è tutto il resto. In questo senso il film mi interessava proprio per la sua specificità. E’ paradossale, ma pur essendo una storia così particolare in un periodo di tempo ben definito ha qualcosa di profondamente universale in cui tutti si possono riconoscere. Io stesso leggendo la sceneggiatura ho avvertito l’eco di qualcosa che è accaduto anche a me mentre vivevo relazioni sentimentali che poi si sono rivelate altrettanto fragili e fallimentari. Quella di Dietro i candelabri è una storia d’amore e non solo di sesso. E’ un matrimonio fallito tra un ragazzo e un uomo molto più grande di lui.”  Divertente brillante e anche commovente, Dietro i Candelabri regista la partecipazione straordinaria di Debbie Reynolds nei panni della mamma di Liberace e di un pressoché irriconoscibile Rob Love nel ruolo di un esilarante chirurgo estetico senza scrupoli. 



VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE