questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Dark Shadows

Locandina del film Dark Shadows
TRAILER Fermo immagine del trailer
Dark Shadows
(Dark Shadows, 2012, Usa)

Per i vent’anni del loro inossidabile sodalizio, Tim Burton e Johnny Depp portano in sala l’adattamento della celebre soap opera britannica, sulle strampalate avventure del vampiro sui generis Barnabas Collins e della sua famiglia, tormentati da una strega in cerca di vendetta!


Siamo nel 1752 e Joshua e Naomi Collins salpano da Liverpool insieme al figlio Barnabas, per cominciare una nuova vita in America. Vent’anni dopo Barnabas è ormai diventato un ricco playboy che trascorre le sue giornate nella sua Collinwood Manor. Commette però il tragico errore di spezzare il cuore della bellissima Angelique, la quale rivelatasi una strega, ricorre alla magia nera per trasformarlo in vampiro e successivamente per seppellirlo vivo. Quando due secoli dopo Barnabas è liberato per errore, torna a Collinwood Manor dove ormai però abitano i suoi discendenti, mentre la sua casa è in rovina. Fa dunque la conoscenza della matriarca Elizabeth Collins Stoddard, che ha invitato la psichiatra Julia a vivere con la sua famiglia per aiutarli a risolvere i problemi di relazione. Gli altri componenti del clan sono il fratello combina guai di Elizabeth, Roger Collins, la sua ribelle figlia teenager Carolyn Stoddard e il precoce figlio di dieci anni di Roger, David Collins. Il mistero va oltre la famiglia, fino al custode Willie Loomis, e alla nuova tata di David, Victoria Winters. Barnabas dovrà imparare a convivere con i suoi ritrovati parenti, e difenderli quando anche Angelique torna a cercarlo assetata di vendetta.

 

Un ‘freak horror’ per definizione di Tim Burton che avrebbe voluto portare da tempo in sala. Se in Italia la soap opera originale, andata in onda sulla BBC alla fine degli anni Settanta, non ha avuto il successo sperato, in Inghilterra è un vero e proprio cult. Tra i suoi primi fan proprio Johnny Depp. “Barnabas Collins è stato una droga per me, l’ho amato più degli Harlem Globetrotters – racconta divertito l’attore – Volevo essere Barnabas così tanto da bambino che trovai un anello di mia madre, lo misi al dito, cercai di acconciarmi da vampiro. Ho fotografie di me a cinque anni con in mano i suoi poster”. Dark Shadows nasce anche, sempre secondo Burton, dall’esigenza di cavalcare sì il rinnovato interesse verso il mondo dei vampiri, sdoganato nuovamente dalla saga di Twilight, ma recuperandone l’aspetto tipicamente orrorifico, una sorta di ritorno alle origini dei mostri: vedremo mondi paralleli, licantropi e vampiri, viaggi nel tempo, stregoneria e molto altro. Settimo film in ordine cronologico per la coppia Burton/Depp, Dark Shadows è stato girato a Londra presso i 3 Mills Studios dove tra l’altro quasi in contemporanea il regista ha realizzato il film d’animazione Frankenweenie. La pellicola manterrà l’ironia dell’originale seppur rimodernizzata. Non sarà però come molti avevano ipotizzato, in 3D. “Non ho intenzione di creare un Barnabas Collins tridimensionale – spiega Burton - Mi sono divertito con Alice in 3D e anche Frankenweenie sarà in 3D. Ci sono persone che pensano che tutti i film dovrebbero essere realizzati in 3D, altre che lo odiano. Io penso che sia necessaria la libertà di poter scegliere. E comunque E' un film ambientato negli anni’70 e a quell’epoca solo Frankenstein’s Bloody Terror era in 3D. Almeno io ricordo solo quello”. Ad affiancare Depp un cast di tutto rispetto a partire dall’onnipresente moglie Helena Bonham Carter, Michelle Pfeiffer, con la quale il regista aveva già lavorato per Batman, Jackie Earl Haley, Eva Green, più la lanciatissima Chloe Moretz. “Sarà piuttosto simile a Beetlejuice – ha dichiarato l’attrice – una via di mezzo con Sweeney Todd e Sleepy Hollow per il divertimento e la tensione. È un film drammatico con toni da commedia horror”. Burton si è occupato personalmente della sceneggiatura insieme a Seth Graham Smith, già noto ad Hollywood per Orgoglio pregiudizio e zombie. Il tutto accompagnato dalla colonna sonora di Danny Elfman, suo storico collaboratore. “ Un’opera bizzarramente seria – conclude Burton – non è stato facile trovare il tono giusto, ma ci siamo riusciti anche grazie alla dedizione di tutto il cast, sia di chi conosceva già la soap sia di chi non ne aveva mai sentito parlare”.

 

 

 

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE