questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Chronicle

Locandina del film Chronicle
TRAILER Fermo immagine del trailer
Chronicle
(Chronicle, 2012, Usa/UK)

Se da grandi poteri derivano grandi responsabilità, diciamo che i protagonisti di Chronicle, sono sì giovani e potenti ma, decisamente, irresponsabili, egocentrici e psicolabili. Hanno poteri super ma non sono di certo degli eroi!

 

Questo è il massimo della realtà. Andrew, Matt e Steve sono adolescenti comuni, con cui tutti possono identificarsi; ognuno di loro ha una personalità ben distinta con cui affronta le normali difficoltà legate alla scuola, alle nuove amicizie, in una fase della vita in costante evoluzione. Sono imperfetti, goffi e un po’ avventati. Sono come noi... Come molti di noi, sono ossessionati all’idea di raccontare la loro vita, sia gli eventi più ordinari, sia - come nel loro caso - quelli più straordinari. Perché Andrew, Matt e Steve s’imbattono in qualcosa che trascende la loro comprensione e quella di chiunque altro. I tre ragazzi, infatti, improvvisamente sviluppano incredibili capacità telecinetiche: per dirla nel linguaggio dei fumetti, sono dotati di superpoteri! I ragazzi diventano praticamente capaci di qualsiasi cosa. Possono muovere gli oggetti con la forza del pensiero e scaraventare in aria automobili solo con la volontà. Imparano persino a volare… realizzando così il loro sogno più grande. Ad un certo punto però la faccenda si complica. Andrew rompe le promesse fatte agli amici e potremmo dire, si vende al lato oscuro, utilizzando i suoi poteri non proprio per scopi benefici, anzi… Cosa fareste se succedesse a voi? Come reagireste?

 

Josh Trank ha realizzato il suo primo lungometraggio low budget insieme all’amico Max Landis, figlio di John Landis, che si è occupato della sceneggiatura. All’uscita del film negli Usa alla fine del primo fine settimana aveva già guadagnato il doppio di quello che avevano speso. Chronicle è un film originale in quanto mescola l’idea di materiali ritrovati, video inutilizzati, per narrare personaggi che hanno superpoteri ma che rimangono profondamente e debolmente umani. Sono antieroi con funzioni da supereroi. “Mi sono reso conto – ha detto Trank – che la nostra è la generazione YouTube. Io sono figlio di un regista di documentari e di un’insegnante, e anche se sono abituato a ragionare sulle cose, ho cercato di lasciare questo tipo di commento sociale in sottofondo, perché prima di tutto volevo fare un film di azione”. “Non mi sono ispirato e non ho pensato a nessun supereroe della serie della Marvel o della Dc Comics – ha proseguito Trank – non è questa la chiave di Chronicle. Mi sono sforzato di fare qualcosa di nuovo, di più autentico e di più legato alla società nella quale viviamo. Ho sempre cercato di fare in modo che ne uscisse una pellicola ‘normale’, per cui il mio modello non è stato Spider-Man ma possiamo, invece dire, che lo è stato Stand By Me”. “Tutto questo per dirvi – conclude Trank – che non mi interessa che la gente si soffermi sugli effetti visivi quando i protagonisti volano e volteggiano per le strade di Seattle. Quello che mi preme maggiormente è che il pubblico arrivi a conoscere bene la psicologia dei personaggi, dove attraverso la demolizione dell’identità del supereroe c’è di ben più importante una demolizione dell’etica, maggiormente importante e sentita visto che parliamo di un gruppo di tre amici”. E, comunque a proposito di Spider-Man, visto che Chonicle ha già raggiunto un incasso di 104 milioni di dollari, il Los Angeles Times, ha diffuso la notizia che Trank sarebbe in trattative per dirigere un cinecomic su Venom, uno dei più celebri antagonisti dell’Uomo Ragno.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE