questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Basilicata coast to coast

Locandina del film Basilicata coast to coast
TRAILER Fermo immagine del trailer
Basilicata coast to coast
(Basilicata coast to coast, 2010, Italia)

Rocco Papaleo debutta nella regia con una pellicola musicale on the road che segue quattro musicisti in un viaggio a piedi attraverso la Basilicata con l'esibizione ad un Festival musicale come meta finale.

 

Nicola Palmieri (Papaleo), chitarra e voce, Salvatore Chiarelli (Briguglia), tromba, Rocco Santamaria (Gassman), percussioni e Franco Cardillo (Gazzé), contrabbasso sono un gruppo di musicisti specializzati nel teatro-canzone che non suonano insieme da più di dieci anni. Da ragazzi erano una band di provincia, adesso sono un professore di matematica, un tabaccaio, un falegname e un attore. Ma la passione mai spenta per la musica riaffiora in una calda estate lucana, così che i quattro musicisti amatoriali decidono di rimettere su il gruppo per partecipare al Festival del Teatro-Canzone di Scanzano Ionico. I quattro amici sono di Maratea e per andare a Scanzano devono attraversare tutta la Basilicata, dalla costa tirrenica a quella ionica. Niente di che, un centinaio di chilometri, che con la superstrada si percorrono in poco più di un’ora. Ma i nostri musicisti hanno pensato bene di non prendere la superstrada, e nemmeno l’automobile: al Festival ci andranno a piedi e non ci metteranno un’ora e mezzo, ma dieci giorni. A loro si unirà Tropea Limongi (Mezzogiorno), una giornalista figlia di un noto politico che, però, lavora per un giornale parrocchiale. La ragazza munita di telecamera dovrà documentare tutta l’avventura dei nostri ‘eroi’.

 

Il soggetto è stato scritto da Rocco Papaleo e Valter Lupo, compagno dell’attore nella sua attività di artista di teatro-canzone che da anni porta avanti nei locali di tutta Italia. Da questa collaborazione di anni è nata l’idea del film: una commedia corale, picaresca e canterina, malinconica e stralunata, che tra gag esilaranti, sagaci dialoghi e amare constatazioni di vita, prende quota per arrivare all’epilogo a sorpresa. Oltre alle magnifiche riprese della Basilicata, vista con gli occhi di chi ci è nato (Papaleo), da segnalare le performance di Gassman e Briguglia che, oltre ad essere ottimi attori, cantano e suonano benissimo. Per Gazzé il lavoro è stato differente visto che non parla quasi mai nel film ma fa quello che è nella vita: il musicista. Sua la bellissima canzone dei titoli di coda.

 

 

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE