questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Amiche da morire

Locandina del film Amiche da morire
TRAILER Fermo immagine del trailer
Amiche da morire
(Amiche da morire, Italia)

Tre donne, diversissime tra di loro, diventano improvvisamente amiche inseparabili.  Destando molte perplessità nel piccolo paese del sud d’Italia dove vivono. A partire dal commissario di polizia che è sicuro che le tre nascondano un segreto…

Un’isoletta del sud del bel paese, è estate! In questa realtà, divisa tra modernità e arretratezza, si snodano le vite di tre donne, che malgrado le notevoli diversità si trovano costrette a far fronte comune per salvarsi la pelle. Gilda (Claudia Gerini), una bellezza verace venuta dal continente, che da anni sbarca il lunario facendo il mestiere più antico del mondo; Olivia (Cristiana Capotondi), una giovane moglie da manuale, bella ed elegante che suscita le invidie delle donne per la sua vita idilliaca accanto ad un bel maritino; Crocetta (Sabrina Impacciatore) il brutto anatroccolo che si mormora porti iella a qualsiasi sventurato le si avvicini e tenti di conquistarla. A complicare la loro vita arriva un fiero quanto brusco commissario di polizia, Nico Malachia (Vinicio Marchioni). Il commissario intuisce che le tre nascondono un segreto…

 

Una commedia rosa virata in noir, tutta al femminile. Amiche da morire è il primo film di Giorgia Farina, scritto assieme a Fabio Bonifacci, sceneggiatore di lungo corso di film come Diverso da chi?, Benvenuti al Nord, Lezioni di cioccolato, Notturno Bus e molti altri. Appassionata da sempre di cinema e autrice di alcuni cortometraggi premiati in vari festival, Giorgia Farina si è laureata via web in regia cinematografica alla Columbia University, retta da Milos Forman. “Per avere la possibilità di fare un buon film ci vuole in partenza un’ottima sceneggiatura che, oltre ad attirare attori importanti, ti permette di raccontare al meglio la storia. Il nostro intento, mio e di Bonifacci, era di ritrarre tre donne con caratteri, valori, obiettivi completamente diversi immergendole in una Italia ancora piena di preconcetti e pregiudizi. In effetti, il cuore di Amiche da morire, sono Gilda, Olivia e Crocetta e la piccola isola dove vivono –. Non sono libere, sono tutte oppresse, in maniera differente, dai condizionamenti sociali e culturali del posto. A mio avviso, ancora oggi, deleteri e fortissimi”. Perfetta la scelta delle tre interpreti. Una straripante Claudia Gerini; la timida e naif Cristiana Capotondi e una Sabrina Impacciatore mai così a suo agio nella parte della donna del sud vessata dal suo aspetto fisico e dalla calunnia che la perseguita. Rimane il ‘giallo’ che, non possiamo svelare, incarnato da Vinicio Marchioni, nel ruolo del commissario di polizia, per il quale le tre inseparabili amiche sono delle grandissimi attrici che recitano questo ruolo per non far uscire un mistero che le lega. “Il film è fondamentalmente una commedia – conclude Giorgia Farina – ma il mistero c’è ed è legato a quello che chiamano ‘girl power’, nel quale io credo pienamente”. Il film uscirà il 7 marzo, giusto in tempo per una Festa della Donna piena di complicità e di divertimento. 

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE