questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Alice in Wonderland

Locandina del film Alice in Wonderland
TRAILER Fermo immagine del trailer
Alice in Wonderland
(Alice in Wonderland, 2010, Stati Uniti)

Con Alice in Wonderland Tim Burton tocca uno dei vertici della sua filmografia. Il connubio con un autore come Carroll, un cast di talenti davvero impressionante e la versione in 3D si sono rivelati perfetti per questa fiaba tecnologica, elogio della follia. 3 NOMINATION AGLI OSCAR 2011.

 

Per sfuggire a quello che considera un orribile destino – un fidanzamento organizzato in pubblico col nobile Hamish Ascot – la 19enne Alice Kingsleigh (Wasikowska), non vuole altro che uscire da quella situazione. Irrequieta e sognatrice, devastata dalla recente scomparsa del padre, la ragazza nel bel mezzo del party riesce a scappare da quell’ambiente vittoriano e dalle pressioni della madre, grazie alla provvidenziale comparsa di un Coniglio Bianco che la attira nel bosco. Quando Alice precipita in un cuniculo nel terreno si ritrova in un mondo splendido e sconosciuto. A ridarle il benvenuto in quel posto (Alice ci era già stata dieci anni prima ma lo ha completamente dimenticato) troviamo oltre a Bianconiglio (Sheen), i grassi e litigiosi gemelli Pinco & Panco (Lucas), lo Stregatto (Fry) al viscido Fante di Cuori (Glover). A quel punto Alice scopre di essere oggetto di una profezia: sarà lei che dovrà trafiggere con una spada fatata il Jabberwock (Lee) per porre fine al regno del terrore instaurato dalla Regina Rossa (Bonham Carter) in quello che un tempo era il felice regno di fantasia della Regina Bianca (Hathaway). Sono il Cappellaio Matto (Depp) e la Lepre Marzolina (Paul Whitehouse) a raccontare alla fanciulla il suo destino…

 

“La parte più difficile nella realizzazione del film - afferma Burton - è stato selezionare quali storie lasciare dai due libri di Carroll, Alice nel paese delle meraviglie e il suo seguito Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò. Ma questo è un lavoro che ha fatto meravigliosamente bene Linda Woolverton, la sceneggiatrice. Per quanto mi riguarda ho cercato di dare alla storia una cornice emotiva. Ci sono sempre strani personaggi, ma ognuno nel suo immaginario, porta con sé un tipo specifico di ‘stranezza mentale’ che appartiene a tutti noi. Un po’ il concetto universale di film come Il mago di Oz, sono sempre un viaggio interiore, uno scandagliare la psiche umana ovvero mettere in scena quello che ogni bambino prova nel cercare di risolvere i suoi problemi”. Girato con le migliori tecnologie visive oggi disponibili (CGI, stop-motion, performance capture e 3D), Burton è riuscito a creare un mondo che lascia a dir poco strabiliati per bellezza e originalità, consacrandolo uno dei registi più visionari della sua generazione. Ancora una volta è il suo attore feticcio, Johnny Depp, nei colorati panni del Cappellaio Matto a guidarci in questo universo che da tanti anni accompagna lettori e spettatori. “Qualcosa che rimane così a lungo nel subconscio della gente - continua Burton - che parla il linguaggio dei sogni, che ispira tante menti creative, non può essere liquidato semplicemente come una storia per l’infanzia, cioè roba per bambini. Ecco perché ho voluto realizzare questa ennesima versione di Alice che è una completa rilettura per le nuove generazioni”.

VINCITORE AGLI OSCAR 2011 NELLA CATEGORIA MIGLIORE SCENOGRAFIA

Robert Stromberg, Karen O'Hara

VINCITORE AGLI OSCAR 2011 NELLA CATEGORIA MIGLIOR COSTUMI

Colleen Atwood

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE