questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

2012

Locandina del film 2012
TRAILER Fermo immagine del trailer
2012
(2012, 2009, Canada, Stati Uniti)

Il calendario Maya alla data del 21 dicembre 2012 segna la parola 'fine del tempo'. Il maestro dei film catastrofici Roland Emmerich ha riletto questo avvertimento rivisitandolo in chiave moderna.

Jackson Curtis (Cusack), uno scrittore brillante ma senza successo, viene sorpreso dall'inizio dell'apocalisse mentre è in vacanza nel parco di Yellowstone insieme ai due figli, che la moglie - da cui è separato - gli ha lasciato per il fine settimana. Mentre le placche terrestri iniziano a spostarsi, facendo cadere le città come birilli, Jackson e la sua famiglia cercano, in un viaggio disperato per terra e per aria, di salvare la pelle da un mondo che sta implodendo. Il Presidente degli Stati Uniti Thomas Wilson (Danny Glover), per prevenire un'isteria di massa decide di mantenere il segreto sul cataclisma in arrivo, mentre Adrian Halmsley (Chiwetel Ejiofor), assistente scientifico del Presidente, cerca di aiutare il maggior numero di persone possibile. Anche Carl Anheuser (Platt), il presuntuoso responsabile dello staff presidenziale, è impegnato a far sopravvivere la società - almeno quella parte che se lo può permettere. Laura (Newton), figlia del Presidente, è scioccata per la scoperta di quello che il governo del padre sta nascondendo al mondo. Ma già la catastrofe sta distruggendo, tra terremti, maremoti, uragani e tornado, intere nazioni. L'unico uomo che sembra avere un'idea chiara di quello che sta accadendo è il conduttore radiofonico Charlie Frost (Harrelson), una sorta di profeta dell'apocalisse, che trasmette da Yellowstone le sue previsioni. Il Governo Usa ha un progetto: preparare una nuova arca di Noè per abbandonare il pianeta. Andarsene o rimanere e combattere?

260 milioni di dollari di budget, effetti speciali sorprendenti, dove vediamo la distruzione dei più iconici monumenti del mondo: dalla devastazione del Cristo Re di Rio, della Cappella Sistina, della Tour Eiffel, della Casa Bianca. Roland Emmerich è un mago dei disaster movie. Ma questa volta dietro la storia ha voluto inserire anche un forte messaggio ecologico: se tutto questo accadrà, è colpa dell'umanità. "Ogni civiltà sul pianeta - ha detto il regista - ha un mito legato al diluvio. Dopo la catastrofe la Terra ricomincia da zero. Alcune persone hanno una seconda opportunità di iniziare una nuova civiltà. Questo è il messaggio che vorremmo passasse con il film. Senza essere troppo pessimisti, si tratta sempre di entertainment. Scene di grande impatto si mescolano a storie intime nelle quali ognuno di noi può riconoscersi". "E' sempre sottile - conclude Emmerich - il confine tra il realismo e il divertimento e cerco sempre di non essere così tanto serioso su quello che sto raccontando. E' un film, quindi non deve essere troppo realistico, ma deve soprattutto stupire".

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE