questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

100 metri dal paradiso

Locandina del film 100 metri dal paradiso
100 metri dal paradiso
(100 metri dal paradiso, 2012, Italia)

100 metri dal paradiso è una divertente e bizzarra commedia che narra di come tutti i protagonisti della storia siano disposti a tutto pur di vedere realizzati i loro obiettivi. Accettando imprese folli, e progetti visionari!


Monsignor Angelo Paolini (Domenico Fortunato) è uno spirito illuminato, profondamente convinto che la Chiesa debba ‘aggiornare’ il suo linguaggio per poter continuare a testimoniare la parola di Dio al mondo. Mario Guarrazzi (Jordi Mollà), suo caro amico d’infanzia, è invece un ex centometrista che, nella sua carriera, ha vinto tutto tranne la cosa più importante: le Olimpiadi. Un cruccio che ha segnato la sua vita e dal quale cerca riscatto attraverso suo figlio Tommaso (Lorenzo Richelmy), anch’egli ottimo velocista. La sua speranza si spegne, però, quando Tommaso gli rivela di non poter andare ai Giochi perché intende farsi frate. Per Mario è il tracollo! A ridargli speranza, paradossalmente, è proprio un’idea di Angelo che pensa di poter risolvere le proprie necessità e quelle dell’amico attraverso un progetto a dir poco sconcertante: mettere su la Nazionale Olimpica del Vaticano e partecipare alle Olimpiadi di Londra 2012. L’idea, apprezzata dal Segretario di Stato (Mariano Rigillo), viene però bocciata dal diretto superiore di Paolini, Sua Eminenza Higgins (Ralph Palka), espressione dell’ala più tradizionalista della Chiesa. L’unico modo per andare avanti è quello di ‘aggirare’ l’ostacolo e organizzare una stangata ai danni delle gerarchie ecclesiastiche. Inizia così la seconda fase del folle progetto. Reperire tra i religiosi di tutto il mondo ex sportivi da affiancare a Tommaso per costruire la squadra del Vaticano. È il 27 Luglio 2012. All’apertura della XXX Olimpiade c’è, straordinariamente, anche la Nazionale del Vaticano...


L’esordio nella regia di un lungometraggio di Raffaele Verzillo (che ha, invece, una lunga carriera televisiva all’attivo), avviene con una commedia davvero atipica che intreccia pensiero laico e pensiero cattolico. Una storia di Sport e Chiesa, che si snoda tra palestre, impianti di atletica e i palazzi del Vaticano. La vicenda di un ex atleta in lotta con il figlio, che si rifiuta di seguire le orme paterne e vuole prendere i voti. 100 metri dal paradiso è stato girato quasi interamente in Puglia, tra le più belle località del Salento che fanno da scenografia ai diversi protagonisti. La pellicola è, infatti, stata prodotta grazie al sostegno di Apulia Film Commission insieme a Scripta in collaborazione con Rai Cinema e 01 Distribution. Il regista Raffaele Verzillo, che ha anche scritto il film insieme a Pier Francesco Corona e Salvatore De Mola, ha dichiarato: “Il film nasce per narrare le esistenze di uomini e donne che stanno esattamente ‘a 100 metri dalla meta’, dal traguardo dei loro sogni. Ma si sa che prima di arrivare a vedere i propri sogni materializzarsi occorre avere fede, pazienza e non mollare mai. Per questo motivo ci è sembrato un’ottimo punto di partenza quello di un figlio che vuole entrare in una congregazione di frati e consacrare la sua vita a Dio, e un padre che, invece, per tutta la vita ha proiettato su di lui il campione sportivo che non è riuscito a diventare. Essendo una commedia questo è solo l’inizio per arrivare a creare la Nazionale Olimpica della Città del Vaticano e partecipare alle Olimpiadi di Londra 2012”. L’attore spagnolo Jordi Mollà, ci ha tenuto a ringraziare Verzillo per avergli dato l’opportunità di fare un film diverso da quelli girati fino ad ora: “Soltanto un regista italiano poteva offrirmi un ruolo da commedia. Sono convinto che in Italia i registi abbiano tendenze suicide. Ovviamente sto scherzando, ma per me è stata un’opportunità rara, visto che solitamente mi prendono come bel tenebroso e, inoltre, questo film è davvero speciale. Direi unico!”.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

ULTIME NOTIZIE